Cagliari, effetto Semplici o del calendario? La prova del 9 contro la Sampdoria

Il Cagliari ha conquistato due successi consecutivi e si è rilanciato in classifica. Merito di Semplici?

Due su due. E’ questo il rendimento di Semplici in panchina da nuovo allenatore del Cagliari. L’ex tecnico della Spal è riuscito a conquistare due vittorie consecutive e le possibilità di raggiungere l’obiettivo salvezza sono aumentate tantissimo. I sardi al momento occupano il quartultimo posto e sarebbero salvi ma il Torino, che ha un solo punto di distacco, deve recuperare due partite. Si preannuncia un finale di stagione pieno di sorprese per la zona salvezza con tante squadre in lotta per evitare la retrocessione. Il Cagliari può contare sicuramente su una squadra all’altezza per raggiungere la salvezza.

I demeriti di Di Francesco ed i meriti di Semplici

Di Francesco
Foto di Fabio Murru / Ansa

Di Francesco è un bravissimo allenatore, ma è reduce da due esperienze deludenti che rischiano di condizionare la carriere dell’ex Sassuolo. Nonostante l’esonero con la Roma, l’allenatore si è messo in mostra con ottime qualità, l’addio con i giallorossi non è stato per una ragione tecnica, quanto di rapporti. Poi la delusione sulla panchina della Sampdoria e quella con il Cagliari. Di Francesco è un allenatore più da big, in una grande squadra può riuscire ad esprimere tutte le sue qualità grazie al suo gioco ‘sbarazzino’. In piccole realtà ha dimostrato di soffrire (tranne l’esperienza con il Sassuolo, una squadra che ha sempre amato il bel gioco). Semplici ha invece dimostrato di essere molto concreto, i successi contro Crotone e Bologna non sono stati un caso. La squadra è più compatta e rischia sicuramente di meno. Una mano è arrivata sicuramente dal calendario contro due squadre non entusiasmanti, la prova del 9 sarà nel prossimo match: la trasferta contro al Sampdoria.