Che fine ha fatto Lichtsteiner? L’ex Juventus è diventato orologiaio in Svizzera

Lichtsteiner è stato un ottimo calciatore con le maglie di Lazio e Juventus, adesso ha deciso di iniziare una nuova vita da orologiaio

Stephan Lichtsteiner è stato un ottimo calciatore che si è messo in mostra soprattutto con la maglia della Juventus, adesso ha deciso di iniziare una nuova vita: è diventato un famoso orologiaio in Svizzera. E’ stato un punto di riferimento nel mondo del calcio, è stato considerato uno dei migliori terzini, era molto bravo in entrambe le fasi del gioco, le sue caratteristiche mettevano in evidenza la corsa ed il cross. Le prime esperienze sono state nelle giovanili dell’FC Adligenswil, del Lucerna e del Grasshoppers. Poi il trasferimento in Francia, al Lilla. Si mette in mostra e la Lazio fiuta l’affare, si conferma un calciatore prezioso per i biancocelesti. L’avventura più importante è stata proprio quella con la Juventus, poi Arsenal e Augusta. Protagonista anche con la Nazionale della Svizzera, dall’Under 21 alla Nazionale.

La nuova vita di Lichtsteiner

Lichtsteiner
Foto di Gian Ehrenzeller / Ansa

Lichtsteiner ha deciso di cambiare vita, il 37enne ha infatti iniziato uno stage come orologiaio in Svizzera. Dopo l’addio al calcio giocato si è inventato un nuovo mestiere, lo svizzero ha infatti avviato un programma di stage con lo studio zurighese Maurice de Mauriac e potrebbe decidere di intraprendere questa nuova carriera. Le ambizioni sono importanti: “voglio fare qualcosa di produttivo. Se sei un banchiere puoi farlo per tutta la vita, ma se sei un calciatore una volta raggiunta la metà dei 30 anni, devi trovare qualcos’altro da fare”, sono le parole rilasciate a Reuters.  Il confronto con il calcio è inevitabile: “vedo alcune somiglianze con il calcio. Nel calcio se la squadra non è tutta perfetta non vincerai. È lo stesso con un orologio, se tutto non è perfettamente a posto l’orologio non funzionerà. La difesa nel calcio è un’arte, proprio come gli orologi. Spesso non ci si rende conto di quanto siano importanti le sottigliezze tattiche su un campo di gioco. Spesso è sufficiente girare una piccola vite per ottenere un grande effetto. Questo vale sia per il calcio che per gli orologi”.