El Pais lancia frecciate alla Juve: “Sarri disprezzato, ma Pirlo…”

Il quotidiano El Pais non le manda a dire. Nel mirino del giornale sono finite le decisioni della Juventus, soprattutto la scelta di Pirlo

La scelta della Juventus di affidare la panchina ad Andrea Pirlo continua a portare motivi di grande discussione, in particolar modo El Pais ha lanciato bordate. Il club bianconero sta disputando una stagione ben al di sotto delle aspettative, in campionato è lontanissima dalla vetta occupata dall’Inter, mentre in Champions League è stata eliminata agli ottavi di finale da una squadra nettamente inferiore come il Porto. Sul banco degli imputati è finito proprio l’allenatore bianconero, l’intenzione della Juventus sembra quella di confermarlo anche nella prossima stagione, ovviamente solo in caso di qualificazione alla prossima Champions League.

Calciomercato Juventus, Paganini: “rivoluzione a centrocampo, tutti i nomi in entrata ed uscita”

El Pais lancia bordate

Sarri
Foto di Alessandro Di Marco / Ansa

El Pais non le manda a dire, il quotidiano ha messo in discussione la scelta di affidarsi ad Andrea Pirlo. Sarri è stato disprezzato nonostante la vittoria dello scudetto, mentre all’ex centrocampista viene perdonato tutto. “La Juventus (36 Scudetti e 2 Champions) ha messo un mito al comando della spedizione. E i sentimenti e l’affetto nei suoi confronti hanno scatenato un principio di cecità che conduce irrimediabilmente al culmine della conquista dell’inutile in cui si è imbarcato Andrea Agnelli da alcuni anni. I tifosi e il club si trovano ora davanti a un monumento, Pirlo non è Maurizio Sarri, che disprezzavano perché andava in tuta in panchina, fumava e bestemmiava nelle conferenze stampa (nonostante avesse 10 punti in più, a questo punto del campionato). Il conflitto è enorme e riassume quasi tutto: una visione propria della storia contro la richiesta dei risultati. Il club ha esonerato gli ultimi due allenatori tormentato da un’idea estetica e i risultati, in campo così come nei fogli di Excel, ora sono un calvario. Proprio come è successo a Fitzcarraldo”. 

La classifica CIES: è Cristiano Ronaldo il migliore nel primo trimestre del 2021