Il racconto da brividi di Galliani sul Covid: “ho temuto di morire, ho perso 10 kg”

Adriano Galliani ha attraversato momenti molto difficili a causa del Covid-19, il racconto del dirigente del Monza

Adriano Galliani ha affrontato una dura battaglia, quella contro il Covid-19. Il dirigente del Monza è stato costretto al ricovero in ospedale, adesso sta bene e può raccontare la sua storia al ‘Corriere’. “Ho temuto di morire. Ho perso 10 chili e ho capito che salute è l’unica cosa che conta nella vita”. Su Berlusconi: “Mi scriveva continuamente, era preoccupato per me”.

Poi tutti i dettagli sulle ultime settimane di paura: “Da domenica 7 marzo al 17 sono stato in terapia intensiva. I dieci giorni più lunghi della mia vita. È vero, è stato un incubo. Non vedevo nulla, avevo davanti a me solo un muro. Il reparto di terapia intensiva non ha finestre. All’interno ci sono solo letti. Pensi che non c’è nemmeno il bagno. Non è stata una passeggiata di salute. Aggiunga un altro elemento: soffro di claustrofobia. L’ascensore mi dà ansia. Pensi allora cosa possa essere per un claustrofobico non vedere la luce per dieci giorni? Detto questo, mi faccia ringraziare i meravigliosi infermieri, medici. Al San Raffaele ho trovato una umanità pazzesca”.