Juventus, Nedved allo scoperto: “Pirlo e Cristiano Ronaldo non si toccano”

Continuano a circolare le voci su Pirlo e Cristiano Ronaldo. Sono arrivate interessanti indicazioni da parte di Pavel Nedved

Verità o bluff? Sono giorni caldissimi in casa Juventus, in particolar modo circolano voci che riguardano l’allenatore Andrea Pirlo e l’attaccante Cristiano Ronaldo, il dirigente Pavel Nedved ha deciso di uscire allo scoperto. La stagione dei bianconeri non può essere considerata all’altezza, la sconfitta contro il Benevento ha praticamente escluso la Vecchia Signora dalla corsa allo scudetto, mentre in Champions League ha dovuto fare i conti con l’eliminazione contro una squadra nettamente inferiore come il Porto, agli ottavi di finale della competizione. Pirlo è finito sul banco degli imputati, mentre il portoghese deve decidere il futuro.

Calciomercato, asse Madrid-Torino: Morata torna all’Atletico, alla Juve va… Benzema

Nedved su Cristiano Ronaldo e Pirlo

Pirlo
Foto di Alessandro Di Marco / Ansa

Il dirigente della Juventus ha deciso di mettere le cose in chiaro sulle voci che riguardano proprio Andrea Pirlo e Cristiano Ronaldo, intervistato ai microfoni di DAZN Nedved ha dichiarato: “Pirlo è e sarà l’allenatore della Juventus, al 100%. Abbiamo sposato un progetto con Andrea, sapendo delle difficoltà che ci sarebbero state. Volevamo fare qualcosa in più ma non ci siamo riusciti, le difficoltà erano previste”. 

Su Cristiano Ronaldo: “per me non si tocca, ha un contratto fino al 30 giugno 2022 e rimarrà. Quello che succederà dopo si vedrà. Sia a livello tecnico che di immagine, ci ha dato uno slancio verso l’olimpo del calcio. Sul suo livello tecnico, non si può dire nulla: ha segnato più di 100 gol in 120 partite e, inoltre, ci ha trascinato in Champions”.

Su Dybala: “Credo che quest’anno non abbia disputato più di 800 minuti con noi: sono pochissimi. La sua presenza ci garantirebbe varianti offensive e gol che ovviamente ci sono mancati fin qui. Ha un contratto di un altro anno e non ho altro da aggiungere a quello che hanno già detto il direttore Paratici e il presidente Agnelli. Ma è chiaro che alla Juventus valutiamo ogni opportunità di mercato”.

Juventus, dalla Spagna: “sì, arrivo”, la risposta di Cristiano Ronaldo al Real Madrid