Real Madrid-Atalanta, la chiave tattica: così la squadra di Gasperini può mettere in difficoltà i Blancos

Si gioca il ritorno degli ottavi di finale di Champions League tra Real Madrid e Atalanta, la chiave tattica del match

Si gioca il ritorno degli ottavi di finale di Champions League, in campo l’ultima squadra italiana: l’Atalanta. La compagine di Gasperini è reduce dalla sconfitta nella gara d’andata, ma ha dimostrato di essere al livello del Real Madrid e può giocarsi tutte le chance di qualificazione. Il primo match è stato condizionato nettamente dalle decisioni dell’arbitro, l’espulsione di Freuler è stata completamente sbagliata e l’Atalanta ha giocato per gran parte del match in 10 uomini. E’ riuscita comunque a dare fastidio ad una delle squadre più forti in circolazione, con il gol della squadra di Zidane che è arrivato nel finale. Il risultato di 0-1 lascia tutto aperto per la qualificazione.

Real Madrid-Atalanta, la chiave tattica

Gosens
Foto di Paolo Magni / Ansa

L’Atalanta ha dimostrato di essere una squadra molto forte, è formata da calciatori in grado di fare la differenza in qualsiasi squadra ed è ben allenata da Gasperini. Il Real Madrid può contare su più individualità che sono di altissimo livello. I nerazzurri dovranno recuperare un solo gol di svantaggio, quindi non sarà necessario sbilanciarsi nei primi minuti. L’Atalanta è una squadra che non rinuncia mai a giocare, l’intenzione è quella di non snaturarsi e proverà da subito ad andare in gol. Gasperini ha intenzione di affidarsi alla coppia Zapata-Muriel, ma occhio principalmente agli inserimenti dei centrocampisti. In primo piano Gosens che si è dimostrato uno dei calciatori più pericolosi. Maehle, Pessina e Pasalic sono gli altri giocatori in grado di spaccare la partita. Il Real Madrid si affida ovviamente alla qualità realizzativa di Benzema, decisivo anche nelle ultime partite in campionato dei Blancos. Modric, Vazquez e Kross possono inventarsi la giocata in qualsiasi occasione.