Inter, la Curva Nord contro la Superlega: “contrari alle porcate”

La Curva Nord dell'Inter ha deciso di uscire allo scoperto sulla Superlega. La competizione continua a portare tante reazioni

Continuano ad arrivate nuove reazioni sulla nascita della Superlega. Si tratta di una competizione che porterà benefici solo ai grandi club, la Uefa ha intenzione di iniziare una vera e propria battaglia e minaccia sanzioni. Sono tre le squadre italiane che prenderanno parte alla competizione: Inter, Juventus e Milan, gli altri club di Serie A hanno addirittura chiesto l’esclusione dei tre club dal campionato italiano.

Juve, Milan e Inter in Superlega: Atalanta, Verona e Cagliari chiedono l’esclusione dalla Serie A!

I tifosi dell’Inter hanno deciso di uscire allo scoperto. Renato Bossetti, uno dei responsabili del direttivo della Curva Nord è intervenuto all’Adnkronos: “pensiamo che con la Superlega vogliano cercare di levare il pallino del denaro dalle mani della Fifa. Si vogliono sedere al tavolo in una posizione di forza. Almeno lo speriamo. Se così non fosse, naturalmente saremmo contrari. Il calcio, almeno come lo vediamo noi è quello del clamoroso al Cibali!, non ci interessano Inter-Bayern, Inter-Real Madrid e Inter-City senza le trasferte a Praga, a Varsavia, oppure a Benevento in macchina in 24 ore andata e ritorno. Il calcio non è quello della Superlega, ma è quello del popolo. Altrimenti andiamo dietro alle porcate dell’Nba”. 

Milan Inter Juve
Foto Ansa

La Curva Nord ha le idee chiare: “adesso vediamo e aspettiamo che succede. Cercheremo di batterci perché non si realizzi, ma vista la repressione in atto nei nostri confronti, possiamo solo dire la nostra e muoverci per far capire come stanno le cose. Lo devono capire i tifosi comuni, non gli ultras che già lo sanno. Come è successo con la tessera del tifoso. All’inizio chi non faceva parte del nostro mondo era d’accordo, poi si sono resi tutti conto la rottura che è, il nominativo, i dati, i terminali che si bloccano. Ci manca solo che ti chiedano le analisi del sangue per andare allo stadio”. 

Ceferin contro Agnelli: “mai vista una persona così falsa, è un bugiardo”