Juventus, la crisi è sempre più evidente: chiesto il rinvio di quattro stipendi

La Juventus deve fare i conti con difficoltà dal punto di vista economico, il club avrebbe chiesto un sacrificio alla squadra

Non è un momento felice in casa Juventus, dentro e fuori dal campo: il club bianconero avrebbe infatti chiesto un sacrificio alla squadra con il rinvio di quattro stipendi. I risultati della squadra non sono stati di certo entusiasmanti, in campionato occupa la terza posizione ed è distante 10 punti dall’Inter che guida la classifica, si tratta di un distacco pesantissimo per una squadra costruita per continuare a vincere. La scelta di affidare la panchina ad Andrea Pirlo non ha ripagato, anche il percorso in Champions League è stato deludente: la compagine bianconera è stata eliminata da una squadra nettamente inferiore come il Porto. L’intenzione è quella di iniziare a ricostruire, si attendono novità sul fronte calciatori con aggiornamenti in arrivo dal calciomercato.

Il festino in casa Juventus, il web si scatena: la chiamata ai Carabinieri di Conte, De Laurentiis e Cairo [FOTO]

La situazione economica

Cagliari Juventus
Foto di Fabio Murru / Ansa

La Juventus deve fare i conti con problemi fuori dal campo. Negli ultimi giorni è scoppiato il caso per il festino organizzato da McKennie, al party hanno partecipato anche Dybala e Arthur e sono stati puniti con la mancata convocazione per la partita di campionato contro il Torino. Ma a tenere banco è soprattutto la questione economica del club. La crisi si è accentuata a causa del Coronavirus, ovviamente a risentirne è stata anche la Juventus. Secondo quanto riporta il ‘Corriere dello Sport’ la dirigenza bianconera avrebbe infatti già chiesto al gruppo squadra un sacrificio come in occasione del primo lockdown: ovvero quello di rimandare al prossimo esercizio il pagamento almeno parziale degli stipendi di marzo, aprile, maggio e giugno.

Juventus, Pirlo: “Pinsoglio è pronto”, i meme sono divertenti [FOTO]