Coppa Italia, la chiave tattica di Atalanta-Juventus: Pirlo può giocarsi il jolly in attacco

Si gioca la finale di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus. L'analisi tattica di una partita che si preannuncia scoppiettante

CalcioWeb

Si gioca la finale di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus, l’obiettivo di entrambe è quello di alzare un trofeo e concludere al meglio la stagione. La squadra di Gasperini ha già conquistato la qualificazione in Champions League mentre i bianconeri si giocheranno tutto negli ultimi 90 minuti, l’arbitro della corsa sarà proprio l’Atalanta che affronterà il Milan: i nerazzurri sono sicuri della qualificazione ma l’obiettivo è quello di mantenere il secondo posto in classifica. La stagione delle due squadre è stata completamente diversa, il rendimento dell’Atalanta è stato entusiasmante, mentre quello dei bianconeri deludente con il progetto Andrea Pirlo che è destinato ad interrompersi dopo appena una stagione.

Atalanta-Juventus, la chiave tattica

Dybala
Dybala (Foto di Alessandro Di Marco / Ansa)

L’Atalanta ha dimostrato di giocare forse il miglior calcio in Italia e proverà ad imporre il gioco già dal primo minuto. Si tratta di una squadra che non rinuncia mai a giocare, formata da calciatori di corsa che sono in grado di spaccare la partita, anche la qualità è da grandissima squadra. Ovviamente sarà fondamentale il lavoro svolto da Hateboer e Gosens, mentre nel ruolo  di centrale De Roon e Freuler sono in grado di portare superiorità. Sulla trequarti spazio a Pessina e Malinovskyi dietro Duvan Zapata, con il jolly Muriel pronto ad entrare a partita in corso. Pirlo punterà tutto sulla velocità e qualità degli esterni: Cuadrado e McKennie da una parte, Danilo e Chiesa dall’altra. Dubbi sulla spalla di Cristiano Ronaldo con Dybala in vantaggio. In porta Buffon.

Atalanta-Juventus, le probabili formazioni

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Malinovskyi; Duvan Zapata. (A disp. Sportiello, Rossi, Caldara, Djimsiti, Sutalo, Ruggeri, Maehle, Pasalic, Miranchuk, Ilicic, Lammers, Muriel). All. Gasperini.

JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Danilo; McKennie, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Cristiano Ronaldo, Dybala. (A disp. Szczesny, Pinsoglio, Bonucci, Demiral, Frabotta, Bernardeschi, Arthur, Ramsey, Kulusevski, Morata). All. Pirlo.

Condividi