Juventus, il retroscena eclatante sull’addio di Bonucci: il ‘colpevole’ non è Allegri

Il retroscena sull'addio di Leonardo Bonucci alla Juventus: il vero 'responsabile' del divorzio ai bianconeri

CalcioWeb

Un argomento caldissimo legato al mondo del calcio riguarda l’addio tra Leonardo Bonucci e la Juventus. Il difensore è passato in breve tempo da ‘bandiera’ del club a ‘primo nemico’ e la situazione rischia di trascinarsi anche fuori dal campo. Nelle ultime settimane sono andate in scena botta e risposta anche con l’allenatore Massimiliano Allegri e adesso è emerso un retroscena a sorpresa.

Il calciatore non ha gradito il comportamento della Juventus e ha accusato il club di un danno di immagine e professionale. Il trasferimento all’Union Berlino non ha placato le polemiche e la situazione potrebbe trascinarsi anche nei prossimi mesi.

Bonucci
Foto di Massimo Percossi / Ansa

Il retroscena sull’addio di Bonucci

Il rapporto tra Leonardo Bonucci e Massimiliano Allegri non era certamente dei migliori e l’ultima intervista del difensore ha confermato i malumori. Il principale responsabile dell’addio di Bonucci alla Juventus, però, non è stato l’attuale tecnico bianconero. A riferirlo è il giornalista Paolo Bargiggia in un’intervista a TV Play.

“La vera decisione è stata del direttore sportivo, che si è recato a casa di Bonucci con Manna il 13 luglio. Aveva capito che Allegri non gradiva più lavorare con il giocatore. Anche Bonucci, che ha attaccato di più il tecnico, probabilmente ha capito che il colpo finale è arrivato da Giuntoli”.

Condividi