Caso scommesse, la frase sibillina della madre di Zaniolo: attacco a Corona?

La madre di Nicolò Zaniolo cita Umberto Eco sui social: la frase non passa inosservata, è un attacco a Corona sul caso scommesse?

CalcioWeb

Attualmente, il caso scommesse si può dire chiuso. Dei vari nomi accostati alla vicenda, solo 3 sono stati indagati: Fagioli e Tonali sono stati squalificati, mentre su Zaniolo non è stato trovato alcun indizio riguardante le scommesse calcistiche.

In merito al centrocampista dell’Aston Villa, il comunicato dei legali è stato chiaro: “Zaniolo ha risposto a tutte le domande e non si è sottratto ad alcuna contestazione formulata dal PM chiarendo definitivamente la sua posizione. Non è emerso nessun indizio a suo carico circa ipotesi di scommesse su partite di calcio. Ha riconosciuto di aver giocato saltuariamente su piattaforme illegali a poker e black jack ed ha chiarito di non essere mai stato soggetto a minacce o intimidazioni. Siamo fiduciosi di chiudere presto la vicenda giudiziaria del nostro assistito“.

La frase della madre di Zaniolo

Anche Francesca Costa, mamma di Zaniolo, era stata citata dalla fonte di Fabrizio Corona nel caso scommesse. È per questo che una frase della donna, postata sui social, non è passata inosservata. “Ci vuole sempre qualcuno da criticare per sentirsi giustificati nella propria miseria“: semplice citazione a Umberto Eco o una frecciatina all’ex fotografo dei vip?

Condividi