Lazio, Lotito attacca la Roma sullo sponsor: “e mo la scritta SPQR ce la prendiamo noi”

Ancora polemiche sullo sponsor saudita sulle maglie della Roma: il commento di Lotito non è passato inosservato

CalcioWeb

Non si placano le polemiche dopo la decisione della Roma di siglare un accordo con un sponsor di maglia saudita. Il motivo? A due mesi dalle votazioni per Expo 2030, Roma e Riad si contendono l’assegnazione e la squadra di calcio della Capitale italiana ha scelto di sostituire un simbolo della romanità per mettere al suo posto un marchio che sponsorizza proprio l’Arabia Saudita. Via la scritta S.p.q.r., simbolo di Roma, al suo posto “Riyadh Season”.

Continuano ad arrivare reazioni e l’ultima non è passata di certo inosservata. Il riferimento è a Claudio Lotito, presidente della Lazio: “ma sa che quella della Raggi è proprio una bella idea, a ‘sto punto l’Expo di Roma sulla maglia ce lo mettiamo noi, ci dovrei pensà, quello e SPQR”, le parole del numero uno biancoceleste a ‘Il Foglio’.

Riyadh Season
Foto sito ufficiale Roma

“Scusi, ma se ho capito bene metteranno sulla maglietta della Roma un riferimento alla città che compete con noi per l’Expo, a lei le pare normale? Io non voglio fare polemica con la Roma, gli sponsor servono a tutti, portano soldi, ma uno si deve anche chiedere qual è la finalità di quello sponsor”, dice Lotito.

“Io dico: una società privata fa come vuole, però che qui c’è anche un questione di opportunità, qualcuno si dovrebbe porre dei problemi. Sa quante volte ho avuto l’opportunità di fare dei ricavi che ho ritenuto non fossero idonei per, come dire, essere reclamizzati perché magari cozzavano con alcuni dei nostri principi? Ma si sa, c’è chi cerca la massimizzazione dei ricavi e c’è invece chi cerca di coniugare il risultato economico con un messaggio valoriale”. 

Il contratto di sponsorizzazione porterà una cifra importante nelle casse della Roma: “non lo avrei fatto, assolutamente no. Un conto è uno sponsor privato saudita, per carità noi non stiamo qui a fare i moralisti, però è evidente che questa sponsorizzazione ha uno scopo preciso, qui si rischia di ledere gli interessi collettivi e quindi chi li tutela dovrebbe intervenire. Ci impediscono di mettere come sponsor delle società collegate a società di scommesse, senza mica dire ‘scommettete, scommettete’, e poi si lascia fare una cosa così su una partita internazionale come Expo?”. 

Lotito poi attacca il sindaco Roberto Gualtieri che aveva permesso ai giallorossi di utilizzare l’acronimo Spqr: “e adesso, pare uno scherzo, al posto di Spqr ci sarà Riad. Io andai in Cina e volevo usare l’immagine del Colosseo ho dovuto chiedere l’autorizzazione. Invece a loro niente, fino a ieri usavano gratis un marchio della città. Domani mattina chiamo Gualtieri e gli dico che ce lo metto io Spqr sulla maglia. Il marchio non era registrato? Allora lo chiediamo noi!”.

Condividi