“Appena prima dell’infarto”, Borriello e il retroscena con Conte alla Juventus

Marco Borriello racconta un particolare retroscena sui duri allenamenti alla Juventus sotto la guida di Antonio Conte

CalcioWeb

Ospite della Bobo TV, il format condotto da Christian Vieri su Twitch, Marco Borriello ha rivelato un particolare aneddoto riguardante la parentesi della sua carriera in cui ha vestito la maglia della Juventus. All’epoca, l’allenatore bianconero era Antonio Conte e i ritmi degli allenamenti erano piuttosto elevati.

L’aneddoto di Borriello su Conte

Tre parole bastano a descrivere la situazione. “Con Conte vomitavo“, ha confessato Borriello. “Eravamo seguiti dalla Mapei, con il prof Sassi sotto un capannino a controllare tutto e poi i battiti. Quando uno abbassava un attimo i battiti arrivava il richiamino, dovevi alzare l’intensità. Con Conte sono arrivato a 196 battiti. Era appena prima dell’infarto, il 99% dello sforzo“, ha aggiunto il bomber.

Un duro allenamento che però portava i suoi frutti in partita: “era uno forzo che la domenica ti premiava, Quagliarella bestemmiava in napoletano. Ti sentivi bene e lo dimostravi, infatti abbiamo vinto lo scudetto. Lui è un mostro anche a preparare la partita, ti correggeva, ti migliorava e migliorava la squadra. Un maestro“, ha concluso Borriello.

Condividi