Arabia Saudita, mano pesante di Roberto Mancini: fuori i tre ‘ribelli’ | NOMI

Situazione paradossale in casa Arabia Saudita: il Ct italiano Roberto Mancini mette le cose in chiaro

CalcioWeb

Continuano i problemi per Roberto Mancini, alla guida della Nazionale dell’Arabia Saudita. Alla vigilia della Coppa D’Asia contro l’Oman, l’ex Ct dell’Italia ha escluso tre calciatori che pretendevano di giocare titolari. “E’ una situazione molto strana. E’ la prima volta che faccio un’esperienza così… Ma abbiamo trovato altri giocatori da schierare”: è quanto dichiarato dall’allenatore italiano in conferenza stampa.

“Hanno chiesto di giocare titolari, però sono io l’allenatore e quello che prende le decisioni. Gli abbiamo chiesto due o tre volte se volevano giocare in nazionale e la risposta è stata no. Al-Faraj, Al-Ghannam e Al-Aqidi pretendevano di giocare titolari”, ha poi aggiunto l’ex ct dell’Italia.

“Sono loro che hanno deciso di non giocare, non io. Al-Faraj ha detto che non voleva giocare amichevoli; Al-Ghanem che non era felice di giocare per la nazionale; e Al-Aqidi ha detto al preparatore dei portieri che se non giocava titolare preferiva andarsene”.

“Al-Ghanam e Al-Aqidi hanno chiesto di giocare titolari, però sono io l’allenatore e quello che prende le decisioni. Gli abbiamo chiesto due o tre volte se volevano giocare in nazionale e la risposta è stata no. Capisco il desiderio dei giocatori esperti di giocare come titolari, però non che un calciatore giovane non voglia unirsi alla nazionale se non gli viene garantito il posto dall’inizio. Voglio giocatori che desiderano rappresentare il proprio paese e non voglio tornare a parlare di loro”, le parole di Mancini.

Condividi