Panchina d’Oro, la dedica di Spalletti: “grazie Napoli, dai calciatori alla città”

Luciano Spalletti vince la panchina d'Oro: le dichiarazioni dell'attuale Ct della Nazionale dopo la premiazione

CalcioWeb

Luciano Spalletti ha trionfato per la seconda volta nella premiazione della Panchina d’Oro. L’ex allenatore del Napoli si è imposto sui rivali Simone Inzaghi e Stefano Pioli.

“Ringrazio tutti, innanzitutto i miei calciatori del Napoli e i miei collaboratori -dice l’attuale ct della nazionale italiana subito dopo la proclamazione a Coverciano-. Il direttore Giuntoli, tutta la città di Napoli che ha contribuito in maniera massiccia a vincere questo premio. Poi voglio ringraziare tutti voi dai quali ho imparato tantissime cose. Sono partito dal basso, con mio fratello che mi portava la borsa e la scambiavo coi libri di scuola, e ora sono in paradiso e alleno la Nazionale. Anche in un momento abbastanza difficile per il calcio italiano, ci sono sulle panchine allenatori di grandissimo livello. Lo scorso anno tre squadre italiane sono arrivate alle finale europee e questo è la conferma dell’alto livello che c’è. Ricevere la Panchina d’Oro da colleghi di questo livello vuol dire ricevere la stima da allenatori tra i più bravi del mondo. E’ il miglior premio che potessi ricevere e che auguro a tutti di ricevere. Questo premio mi impone di essere un allenatore migliore in futuro”, 

Spalletti conclude: “Gigi Riva era perfetto. Usava l’essere personaggio per donare agli altri”. 

Condividi