I nomi dei nuovi direttori sportivi: c’è anche Gigi Buffon

I nomi del nuovi direttori sportivi: nell'elenco c'è anche Gigi Buffon, ex portiere della Juventus e della Nazionale

CalcioWeb

Altri direttori sportivi si sono diplomati dopo aver seguito il corso organizzato dal Settore Tecnico. Il nome più importante è quello di Gigi Buffon, ex portiere della Juventus e capodelegazione della Nazionale italiana. Il programma prevedeva 44 ore di lezione, di cui 120 in presenze, nelle aule di Coverciano, e 24 on-line.

Il 21 dicembre i corsisti si sono ritrovati al Centro Tecnico Federale per sostenere gli esami finali, con una prova che differiva in base all’indirizzo scelto e poi la discussione della tesi. La commissione ha stabilito che il miglior elaborato è stato quello di Manuela De Luca, dal titolo “Donne in campo: l’assist della Sociologia”.

I migliori del corso sono stati Marta Carissimi, responsabile area femminile del Genoa, e Alessandro Pettinà, direttore del Football Finance del Parma. Tra i neo direttori sportivi, oltre a Buffon, il campione del mondo del 1982, Daniele Massaro, l’ex calciatore di Reggina e Sassuolo, Simone Missiroli, l’attuale dg del Catania, Luca Carra, e il responsabile del settore femminile della Ternana, Isabella Cardone.

L’elenco completo

Giancarlo Borhy, Andrea Bucca, Gianluigi Buffon, Leonardo Calistri, Isabella Cardone, Marta Carissimi, Luca Carra, Giovanni D’Andrea, Manuela De Luca, Vincenzo Ercolano, Antonio Fallarino, Enrico Fasano, Orazio Fileti, Nicola Franchini, Leonardo Gabbanini, Alessio Luccarelli, Sandro Macerata, Andrea Manno, Gianmarco Marino, Mario Marzetti, Daniele Emilio Massaro, Roberto Massaro, Matteo Alfredo Mavilla, Giovanni Mazzarelli, Marco Mercuri, Simone Missiroli, Matteoguido Orlandini, Agostino Pagliarulo, Giuseppe Pardeo, Fabrizio Pasqua, Alessandro Pettinà, Luca Pollice, Simone Ricchio, Beatrice Riva, Lorenzo Salvadori, Danilo Sancamillo, Manuel Scalese, Andrea Scarpellini, Paolo Scriboni, Matteo Serallegri, Francesco Serrapica, Matteo Settimo, Irene Villa e Carlo Maria Zerminiani.

Condividi