Genoa, Zangrillo risponde a Dagospia: “sabato chiederemo scusa in 32mila”

Alberto Zangrillo non le manda a dire dopo l'analisi sull'attaccante Retegui in Nazionale

CalcioWeb

Alberto Zangrillo si scatena e risponde per le rime al sito Dagospia che ha critico l’attaccante genoano Mateo Retegui scrivendo “come si può considerare un bomber uno che ha segnato solo sei gol in campionato e che gioca per una neopromossa che non fa le coppe europee”. 

La risposta del presidente non si è fatta attendere: “effettivamente mi vergogno molto ad essere il presidente di un club neo promosso che non può partecipare le coppe. Sabato prossimo a Marassi chiederemo scusa in 32 mila”. 

Condividi