Scopre il tradimento della moglie e uccide il calciatore Daniel Correa: arriva la condanna a 42 anni per l’omicidio

Arriva la condanna per l'imprenditore accusato dell'omicidio del calciatore Daniel Correa

CalcioWeb

Sono passati 5 anni dall’omicidio di Daniel Correa, calciatore brasiliano ucciso per un motivo sentimentale. E’ stato un calciatore brasiliano classe 1994, di ruolo centrocampista. Il 27 ottobre 2018 è stato trovato decapitato nel sud del Brasile, con numerose ferite da taglio ed i genitali asportati.

Secondo le indagini della polizia, il calciatore fu assassinato dopo essere stato sorpreso da Edison Brittes a letto con la moglie. Prima del delitto, lo stesso calciatore aveva inviato foto ad un amico, a letto ed in compagnia della donna.

La condanna

L’imprenditore brasiliano è stato condannato per omicidio e occultamento di cadavere. Brittes ricostruì il momento in cui trovò il calciatore a letto con sua moglie, giustificando il gesto come un’azione per difendere l’onore della famiglia.

Brittes è stato l’unico condannato, altri imputati sono stati assolti mentre la moglie e la figlia dell’imprenditore sono state condannate a pene minori. Dopo oltre 5 anni dall’efferato omicidio, l’assassino è stato condannato a 42 anni.

Condividi