Ufficiale, il Brindisi cambia proprietà: nominato il nuovo presidente

Ufficializzata la cessione del calcio Brindisi: inizia un progetto ambizioso per il futuro

CalcioWeb

Adesso è ufficiale: il Brindisi cambia proprietà e si affaccia con fiducia alla prossima stagione nel campionato di Serie D dopo l’amara retrocessione della scorsa stagione. La presidenza passa dalla famiglia Arigliano ad una nuova cordata con a capo Giuseppe Roma, nominato nuovo presidente.

“Nella mattinata di oggi, presso lo studio notarile Lexat di Roma, è stato ricostituito il capitale social del Brindisi Football Club S.r.l. da una cordata di imprenditori. Con il subentro del nuovo assetto proprietario, il socio Giuseppe Roma è stato designato alla presidenza del club. Si apre così una nuova pagina per la storia del calcio brindisino, il primo step di un percorso che guarda alla definizione di una nuova prospettiva e di un nuovo progetto, credibile e competitivo, ma soprattutto capace di ricreare un clima di fiducia e di aspettative attorno alla maggiore espressione di calcio della città”. 

“La società è attesa a un protocollo di adempimenti che dovrà condurre all’iscrizione al campionato nazionale di serie D, entro il prossimo 14 luglio, e alla dotazione di una struttura dirigenziale chiamata ad allestire una squadra competitiva e ad assegnare ogni altro ruolo tecnico e operativo. La dirigenza sarà subito al lavoro per sviluppare talenti, pianificare la stagione sportiva, gestire le risorse umane e tecniche oltre che stabilire una comunicazione efficace all’interno e all’esterno dell’organizzazione”.

“La nuova proprietà è pienamente consapevole delle sfide che questa transizione comporta, ma è altrettanto determinata a perseguire con fermezza gli obiettivi stabiliti. Il Brindisi Football Club si impegna a mantenere aperti i canali di comunicazione con tutti i player della città – tifoseria, istituzioni, enti, aziende e comunità – per garantire trasparenza e coinvolgimento nella realizzazione dell’ambizioso progetto sportivo. Si ringrazia per quanto fatto negli anni scorsi la famiglia Arigliano, da oggi estranea alla nuova compagine societaria”.

Condividi