Carmen Di Pietro e le notti di sesso con Maradona: “posso continuare ad insaponarti?”

Notti di passione tra Carmen Di Pietro e Diego Armando Maradona, la showgirl svela tanti retroscena sulla vita privata dell'ex Pibe de Oro

  • (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)
    (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)
  • (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)
    (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)
  • (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)
    (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)
  • (Photo by Ernesto S. Ruscio/Getty Images for RFF)
    (Photo by Ernesto S. Ruscio/Getty Images for RFF)
  • (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)
    (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)
  • (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)
    (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)
  • (Photo by Ernesto S. Ruscio/Getty Images for RFF)
    (Photo by Ernesto S. Ruscio/Getty Images for RFF)
/

La morte di Diego Armando Maradona ha sconvolto tutti, con il passare dei giorni arrivano nuovi dettagli. Si continua a parlare delle ‘conquiste’ amorose dell’ex Pibe de Oro, prima le rivelazioni su Wanda Nara, adesso a parlare è Carmen Di Pietro. La showgirl ha svelato di aver avuto una relazione ‘clandestina’ con l’ex calciatore, proprio ai tempi del Napoli.

Le confessioni di Carme Di Pietro

I retroscena sono sorprendenti: “Diego non era bellissimo, ma aveva tutti quei riccioli scuri, un sorriso ammaliante e un corpo muscoloso che lo rendevano molto sexy” dichiara a Grand Hotel. “Lui fece il primo passo. Quella sera, prima di andarsene, mi si avvicinò e mi domandò se volevo rivederlo in un posto meno affollato. Io, che ero già cottissima, risposi di sì e così ci siamo dati appuntamento per l’indomani in un albergo vicino alla stazione”.

Carmen Di Pietro
(Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for RFF)

Poi i dettagli sugli incontri clandestini: “io e Diego ci vedevamo in media 4-5 volte al mese, di solito al pomeriggio. Ma il massimo era quando riuscivamo a passare la notte insieme: stavamo abbracciati a guardare il cielo dalla terrazza dell’albergo come due adolescenti. Diego era così felice quando succedeva… si sarebbe inventato di tutto pur di vedermi. Una volta è persino scappato dal ritiro dicendo che doveva correre da un parente malato”.

I dettagli bollenti: “gli unici a sapere erano i dipendenti degli alberghi in cui andavamo e sono sicura che Diego sapeva come garantirsi il loro silenzio. Io, da parte mia, non avevo alcun interesse a chiamare i fotografi. Ero così imbambolata da Maradona che mi bastava averlo tra le braccia. Perché in privato lui era quasi meglio che in campo. Diego era molto passionale. Ricordo una volta arrivò in hotel in anticipo: io stavo facendo il bagno, quando sentii suonare alla porta. Andai ad aprire tutta insaponata pensando fosse il cameriere invece mi trovai davanti lui. “Posso continuare a insaponarti?“, mi disse. E tornammo nella vasca”. In alto la FOTOGALLERY con tutte le immagini.