Chi è Vedat Muriqi, l’attaccante ad un passo dalla Lazio: dalla guerra in Kosovo alla bambina in arrivo [FOTO]

La Lazio è ad un passo da Vedat Muriqi. L'attaccante kosovaro ha fatto molto bene al Fenerbahce: andiamo a conoscerlo meglio

  • Muriqi (Photo by Alexander Scheuber/Getty Images for AUDI)
    Muriqi (Photo by Alexander Scheuber/Getty Images for AUDI)
  • foto Instagram
    foto Instagram
  • foto Instagram
    foto Instagram
  • foto Instagram
    foto Instagram
  • foto Instagram
    foto Instagram
  • foto Instagram
    foto Instagram
  • foto Instagram
    foto Instagram
/

La Lazio è ad un passo dall’acquisto di Vedat Muriqi, attaccante kosovaro che andrebbe a rimpiazzare il partente Caicedo. Attaccante fisico, bravo nel gioco aereo, fondamentale in cui la Lazio ha peccato nella stagione da poco conclusa: solo 4 gol segnati di testa per i biancocelesti, ultimi in questa speciale classifica insieme a SPAL e Sassuolo. Come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, la trattativa è in dirittura d’arrivo. La Lazio ha offerto al Fenerbahce, club proprietario del cartellino, 16 milioni di euro più altri due di bonus. Una volta chiusa quest’operazione, i biancocelesti definiranno il passaggio dell’attaccante ecuadoriano Felipe Caicedo all’Al Ghrafa (Qatar) per circa 5 milioni di euro.

Chi è Vedat Muriqi?

Nato a Prizren (Kosovo) il 24 aprile 1994, Vedat ha vissuto sulla propria pelle la crudeltà e la violenza della guerra. Dal febbraio del 1998 al giugno del 1999 gli albanesi del Kosovo sono in guerra con la Serbia e il conflitto miete migliaia di vittime. Muriqi stesso ha raccontato: “Stavamo in una casa in 50-55 persone e abbiamo dovuto dormire su delle bottiglie nella cantina per due giorni. Avevamo due litri di latte ogni giorno per sfamare 50 persone. Eravamo bambini e, quando chiedevamo del cibo, le nostre madri piangevano perché non avevano niente da darci. Mangiavamo pane e cipolle mattina, pranzo e cena. I serbi sono venuti anche da noi, hanno portato via oggetti di valore e denaro e ci hanno detto che avrebbero bombardato la nostra casa se non fossimo scappati entro due ore. Siamo stati protetti da Allah”. Poco più che bambino scappa in Albania con la propria famiglia. La passione per il calcio, però, lo costringe a tornare nella sua terra natia. E’ il KF Liria, il primo club a credere in lui e a tesserarlo. Segna 3 gol in dieci partite. Nella stagione 2012/13 si unisce alla prima squadra, ma non riesce a trovare l’esordio. Nell’annata seguente si trasferisce allora in Albania e firma con il Klubi Sportiv Teuta della città di Durazzo. Riceve la chiamata della nazionale albanese Under-21. Nella seconda metà della stagione passa in prestito al Besa Kavajë, dove colleziona 13 presenze e 3 gol. Rientrato alla base, in estate cambia ancora e si sposta a titolo gratuito in Turchia firmando con il Giresunspor, club di seconda serie. Dopo una prima stagione di assestamento esplode. Nel 2015-2016 segna 17 gol in 33 partite. Su di lui si posano gli occhi del Genclerbirligi, che lo preleva per mezzo milione di euro. Nel frattempo, arriva anche la chiamata della nazionale kosovara e dopo un’amichevole contro Haiti, debutta in una gara ufficiale contro la Finlandia, partita valida per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018. A metà della seconda stagione nella capitale turca, Muriqi si sposta nuovamente e va al Çaykur Rizespor. Segna 8 gol in 16 partite. Continua a segnare, sia con il Kosovo (nella Nations League) che con il club. Poi arriva la chiamata di un club prestigioso: il Fenerbahce. Una presentazione originale quella dei ‘canarini gialli’, che fanno annunciare la notizia al diretto interessato. Protagonista di 15 gol e 6 assist al suo primo anno con il Fenerbahce, ha portato gli addetti ai lavori a paragonarlo ad attaccanti come Giroud o Lewandowski.

Caratteristiche

Un ariete d’area di rigore, bravo di testa, prezioso nel gioco di sponda e nella manovra. Non velocissimo per via del fisico possente e dell’altezza (1,95 m), ma comunque in grado di impensierire diversi avversari nel lungo grazie alla forza. E’ il miglior marcatore della giovane nazionale del Kosovo, che ha sfiorato la qualificazione all’Europeo: 8 gol in 23 partite. In nazionale gioca con Valon Berisha, ex Lazio ed attuale centrocampista del Reims. Muriqi diventerebbe il secondo kosovaro nella storia della Lazio.

Vita privata

E’ sposato con Edibe Jorganxhiu. La coppia ha due figli e una bambina in arrivo. L’annuncio è arrivato qualche settimana fa su Instagram. In alto la FOTOGALLERY con le immagini di Vedat Muriqi, di Edibe e del primogenito Orhan, così chiamato in onore del padre del calciatore, portato via proprio dalla guerra.