I dettagli sulla morte di Maradona: nuovi particolari agghiaccianti, la reazione del figlio, il diario e le FOTO della casa

Nuovi aggiornamenti sulla morte di Maradona, la vicenda rappresenta sempre più un giallo. Ancora si devono riunire tutti i pezzi del puzzle

  • Foto Clarin
    Foto Clarin
  • Foto Clarin
    Foto Clarin
  • Foto Clarin
    Foto Clarin
  • Foto Clarin
    Foto Clarin
  • Foto Clarin
    Foto Clarin
  • Foto Clarin
    Foto Clarin
  • Foto Clarin
    Foto Clarin
/

Si sta provando a fare luce sulla morte di Diego Armando Maradona.  Il mondo del calcio continua a piangere la morte del calciatore più forte di tutti i tempi, l’ex Pibe de Oro è deceduto a causa di un arresto cardiorespiratorio. Ma sono tanti i dubbi, soprattutto sulle ultime ore di vita, non sono mancate le accuse nei confronti del medico personale. In tantissimi hanno deciso di esprimere messaggi di cordoglio, in più si sono dovute registrare le polemiche di chi ha voluto sindacare sulla vita di eccessi dell’ex calciatore del Napoli.

La morte di Maradona continua a far discutere: le rivelazioni del legale dell’infermiera e le accuse di Mario Giordano

La reazione di Diego Maradona jr.

Foto InstagramOvviamente non riesce ad accettare la morte del padre Diego Maradona jr, che ha deciso di tornare a parlare dell’argomento in un’intervista a Marca. Prima ha deciso di soffermarsi sul periodo difficile che sta attraversando. “Sto male, ho problemi a dormire. Sapevamo tutti come stava, ma abbiamo sempre cercato di sollevarlo”. Sul momento della morte: “Cominciarono ad arrivare messaggi e subito iniziai a chiamare a Buenos Aires. Ho chiamato e chiamato finché mi hanno detto cosa è successo. E’ stato un forte dolore personale”. Infine il retroscena: “Ho visto tante partite con lui, con il Napoli, con la Nazionale…Era coinvolto su chi doveva giocare, chi non doveva…Ma non gli ho mai risposto”. 

Le confessioni dei testimoni

Maradona
(Photo by Ivan Romano/Getty Images)

Il Pibe de Oro ha trascorso gli ultimi giorni di vita in condizioni precarie. E’ quanto confermato anche da testimoni oculari: “Maradona è stato parcheggiato alla buona in una stanza improvvisata accanto alla cucina. C’erano un materasso, un televisore e un bagno chimico,una persona nelle condizioni di Maradona non poteva essere curata in simili condizioni. Una persona con le sue possibilità avrebbe potuto permettersi le strutture più avanzate e una casa con tutti i comfort del caso”. 

Il diario dell’infermiera

Sono stati individuati nuovi elementi utili sulla morte di Maradona. L’infermiera Gisela Madrid utilizzava un diario per annotare tutti i comportamenti del Pibe. E’ contenuto un retroscena particolare. “Non beveva più niente di alcolico, la sera prima ha mangiato una pizza. Quando sono entrati nella sua stanza il mattino seguente, il paziente era in tachicardia. Io non avevo il permesso di entrare perché mi aveva licenziata il primo giorno”.

La casa di Maradona

Maradona ha trascorso gli ultimi giorni di vita in condizioni giudicate oltre il limite. Il sito Clarin ha pubblicato le foto della casa, non si tratta di un’abitazione piccola, ma mancano i migliori comfort. La domanda è: perché Maradona non abitava in una casa all’altezza della sua condizione? In alto la FOTOGALLERY con tutte le immagini.