Esclusiva CalcioWeb – Shanta Ronaldo, parla il sosia di CR7: “È il mio idolo, vi racconto cosa ha fatto quando l’ho incontrato. Con la Juve vincerà il triplete”

  • Shanta Ronaldo
    Shanta Ronaldo
  • Shanta Ronaldo
    Shanta Ronaldo
  • Shanta Ronaldo
    Shanta Ronaldo
  • Shanta Ronaldo
    Shanta Ronaldo
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Fabio Ferrari/LaPresse
    Fabio Ferrari/LaPresse
  • Ronaldo: stipendio 31 Mln AFP/LaPresse
    Ronaldo: stipendio 31 Mln AFP/LaPresse
/

Cristiano Ronaldo si è finalmente sbloccato con la maglia della Juventus realizzando una doppietta nel match vinto dai bianconeri contro il Sassuolo. Una sorta di liberazione per il portoghese visto che nelle prime tre giornate, nonostante le molte occasioni create, sembrava che il pallone non volesse entrare. Chi sarà sicuramente contento per i due gol realizzati da CR7 è Shanta Rasoulinia Kordbatchje, meglio conosciuto come Shanta Ronaldo, per l’incredibile assomiglianza all’asso portoghese. Di professione fa il calciatore e si ispira in tutto e per tutto a Cristiano Ronaldo. Intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni, Shanta ci ha raccontato un po’ di lui e di questo legame speciale con CR7.

Shanta, come sta andando la tua avventura in Danimarca? Raccontaci un po’ di te, è vero che indossi la maglia numero 7, proprio come Cristiano Ronaldo?

“Sono Shanta, un calciatore iraniano (attaccante) di 20 anni e gioco a calcio da quando avevo 6 anni. Attualmente milito nell’Odense Boldklub in Danimarca. 2-3 anni fa mi sono allenato per una settimana 2 volte al giorno in una scuola speciale presso il campo di allenamento del Real Madrid, a Valdebebas, con i tecnici dell’Accademia del Real Madrid. Il mio obiettivo è giocare al di fuori del mio paese per crescere, migliorare e affrontare nuove sfide. Ho un agente e persone con cui lavoro che cercano di fare il meglio per il mio futuro. A maggio di quest’anno, ho avuto un provino con LA Galaxy, dove sono riuscito a segnare 6 gol in 2 partite che si possono trovare su YouTube. Indosso sempre il numero 7, ma in realtà non è per Cristiano Ronaldo. Fin da quando ho iniziato a giocare a calcio a 6 anni, il mio numero preferito è sempre stato il 7! Lo trovo divertente. Il mio stile di gioco è molto simile a quello di Cristiano. Analizzo sempre il suo modo di giocare. Da quando ho iniziato a giocare a calcio, la mia forza è sempre stata quella di segnare molto e di essere spesso infallibile sotto porta. La mia tecnica è molto buona, ma un aspetto che penso mi aiuterà molto nella mia carriera è la forza mentale che è molto importante oggi e per questo motivo continuo a lavorarci”.

Ronaldo capocannoniere
Fabio Ferrari/LaPresse

La somiglianza con CR7 è incredibile, quante volte ti hanno scambiato per il talento portoghese?

“Molte persone dicono che sembro Cristiano Ronaldo, lo so, ma ci tengo a precisare che è tutto merito della natura non mi sono mai rifatto niente come qualcuno ha scritto in giro per somigliare a CR7. Comunque il mio obiettivo è quello di ispirarmi a lui sul campo. Ma essere paragonato al miglior calciatore al mondo è ovviamente un onore!”

L’hai mai incontrato? E se si cosa vi siete detti?

“Sì, l’ho incontrato molte volte. Alcune volte qui in Danimarca altre a Madrid. È un ragazzo eccezionale e abbiamo parlato molto. Mi ha augurato buona fortuna per la mia carriera ed è stato un onore parlare con un campione come lui”.

Ci puoi raccontare un aneddoto su di lui?

“Quando sono andato ad allenarmi a Valdebebas 2-3 anni fa, mentre stavo per tornare in albergo, ricordo di aver visto Cristiano arrivare con la sua Rolls Royce bianca di fronte a me e abbassare il finestrino. Ero emozionato ma anche molto calmo: abbiamo parlato, fatto selfie ed è stato molto disponibile con me”.

Come valuti queste prime settimane di Cristiano Ronaldo con la Juventus? Pensi che sia l’anno buono per i bianconeri per vincere la Champions?

“Penso che per Cristiano e per la Juve sarà un buon anno. Personalmente penso che i bianconeri vinceranno la Champions League, la Serie A e la coppa Italia quest’anno. La squadra mi sembra forte e unita. Per me è la migliore squadra del mondo. Sono convinto che Cristiano diventerà il capocannoniere della Serie A”.