Graziano Pellè, da ballerino provetto a quel rigore sbagliato. Una fidanzata da urlo [FOTOGALLERY]

Si rinnova il classico appuntamento con la nostra rubrica "L'uomo del giorno". Protagonista di oggi è Graziano Pellè, attaccante italiano

  • Photo by Chung Sung-Jun/Getty Images
    Photo by Chung Sung-Jun/Getty Images
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
  • Foto Instagram
    Foto Instagram
/

Graziano Pellè compie 35 anni. Cresciuto tra Copertino e Lecce, esordisce con i salentini nel 2003. I gol inizia a segnarli in Serie B, tra Crotone e Cesena, ma è all’estero che fa vedere tutto il suo repertorio: due le esperienze in Olanda, all’Az Alkmaar la prima e al Feyenoord la seconda, ma è in quest’ultima occasione che segna 50 reti in 57 presenze in due anni. Passa così in Premier, al Southampton, in cui segna 23 reti in 68 presenze dal 2014 al 2016. Infine, l’esperienza in Cina, con la maglia dello Shandong Luneng.

L’attaccante è stato preso di mira dopo l’errore all’Europeo del 2016 in Francia quando, nella lotteria dei rigori ai quarti di finale contro la Germania, provò a “prendersi gioco” di Neuer mimando il gesto del cucchiaio, tirando poi malamente a lato. Il suo, come altri errori, contribuirono all’eliminazione dell’Italia di Conte dalla competizione.

All’età di 11 anni, insieme alla sorella Fabiana, vinse il premio come miglior coppia di latino, standard e liscio. Si chiama Graziano in onore di Ciccio Graziani, ex attaccante di Torino e Roma, particolarmente amato dal padre Roberto, a sua volta ex centravanti. Nel 2014, in occasione di Ajax-Az Almaar, a un giornalista olandese, reo di aver posto domande irrispettose, Pellè rispose in perfetto inglese: “Tu sei un tifoso dei lancieri”.

Ai tempi dell’Az Alkmaar, litigò con van Gaal proprio al momento della firma: “Il mio allenatore, stavo parlando dei numeri di maglia. A me piace molto il 9, perché ricorda l’attaccante puro. Ma né quello né il 18 o il 19 erano disponibili, così van Gaal mi propose il 90 o il 99. Numeri troppo alti per me… Dopo qualche minuto di discussione, dissi: ‘ok allora non firmo’. Lui si alzò arrabbiatissimo e urlò al mio agente: ‘ma come si permette questo ragazzo?’ È un grande allenatore”.

E’ fidanzato con Viky Varga, modella ungherese molto seguita ed apprezzata sui social. I due si sono conosciuti in Olanda nel 2012. In alto la FOTOGALLERY.