Le notizie del giorno – Centrocampista nella bufera, il calcio piange un’altra vittima per Coronavirus

Le notizie del giorno, ecco tutti gli aggiornamenti che riguardano le squadre italiane e non solo. La situazione nel dettaglio

  • Photo by Leonardo Fernandez Viloria/Getty Images
    Photo by Leonardo Fernandez Viloria/Getty Images
  • Facebook Ucraina
    Facebook Ucraina
  • Anton Khudaev
    Anton Khudaev
  • Anton Khudaev
    Anton Khudaev
/

Le notizie del giorno – Interessante e lunga intervista del presidente del Barcellona Joseph Maria Bartomeu al Mundo Deportivo. Tanti gli argomenti affrontati, soprattutto in ottica mercato: da Xavi allenatore a Messi, Lautaro e Neymar. Queste le sue parole. “Il mercato? Ho già detto, anche durante il lockdown, che sarà un’estate di scambi. Dal 14 marzo quasi non abbiamo incassato neanche un euro. Abbiamo recuperato molto con la riduzione degli ingaggi e con la cassa integrazione, abbiamo dovuto chiudere gli store e il museo, abbiamo perso 200 milioni di euro. Ma non sono vere le storie sui problemi economici. Avevamo introiti superiori agli altri grandi club ma dal 14 marzo ci siamo dovuti adeguare tutti alla nuova situazione. Il livello dei debiti del club non è molto alto. Messi? Ha detto molte volte che vuole ritirarsi qui, non ho nessun dubbio sul fatto che rinnoverà. Su Neymar stiamo prendendo decisioni. E’ difficile prendere i giocatori, a meno che siano coinvolti in scambi. Mentre per Lautaro abbiamo parlato con l’Inter, ma ora il tema è fermo. Se è un obiettivo prioritario? Ora la concentrazione della parte sportiva è sulla Champions League e la partita con il Napoli”. (LA NOTIZIA NEL DETTAGLIO). 

Il più classico dei finali. Ultima giornata, pesanti verdetti in ballo, tanto nervosismo e chi più ne ha più ne metta. Nell’ultima giornata di Primeira Liga, prima divisione portoghese, è successo un po’ di tutto. Di fronte Maritimo e Famalicao. La prima senza ormai obiettivi da raggiungere, la seconda che – in caso di vittoria – si qualificherebbe ai preliminari di Europa League. Partita abbastanza tranquilla fino agli ultimi concitati minuti. Clamorosa rimonta ospite tra l’87‘ e 91‘: da 2-1 a 2-3 e qualificazione – che sembrava ormai irraggiungibile – messa in ghiaccio. Tanta euforia, rotta però pochissimi giri di lancetta dopo. E’ infatti il 95‘ quando la compagine di casa riagguanta il pari per il 3-3 finale. Poi succede di tutto. (LA NOTIZIA NEL DETTAGLIO). 

Mirko Vucinic, ex attaccante di Lecce, Roma e Juve, ha avuto a che fare con il Coronavirus. Il montenegrino si è confessato in una lunga intervista al ‘Corriere dello Sport’: “Ero in Montenegro, a Podgorica, ho sentito un po’ di alterazione: avevo la febbre a 38,2. Niente di che. Nei giorni successivi la temperatura è calata, per cui ero abbastanza tranquillo ma visto il periodo ho preferito fare il tampone: era positivo. Non l’ho presa bene, sinceramente. Con tanta gente che muore, anche nel mio Paese dove la situazione è abbastanza allarmante, ero preoccupato. Mi sembrava tutto strano: non avevo sintomi così gravi, eppure mi hanno ricoverato in ospedale nel reparto Covid. E’ durato tre giorni, quando mi hanno dimesso ho cominciato la quarantena. Dopo altri 12 giorni mi hanno fatto di nuovo il tampone ed era negativo. Il virus se ne era andato, così come era venuto. Misteriosamente. Mi è rimasto solo un segno nei polmoni evidenziato dalla Tac. Ho avuto per fortuna una forma lieve: non ho mai avuto crisi respiratorie o malesseri gravi. E anche in famiglia tutto ok. Vorrei che non abbassassimo la guardia con questo virus. E’ un nemico invisibile, ti può colpire alle spalle senza che tu te ne accorga. E magari poi colpisce le persone a te più care”. (LA NOTIZIA NEL DETTAGLIO). 

Ever Banega ci ricasca. Dopo la grigliata di squadra organizzata in piena emergenza Coronavirus, il centrocampista argentino del Siviglia è stato pizzicato in un locale di Valencia senza mascherina. Banega balla in compagnia nella discoteca ‘Mya’, ma è scoppiata una bufera perché nei giorni scorsi, proprio lì, si sono stati registrati 12 casi di Covid tra i dipendenti del locale. (LA NOTIZIA NEL DETTAGLIO). 

Un’altra morte nel mondo del calcio a causa del Coronavirus. Se ne va, a soli 48 anni, Anton Khudaev, medico del Metalist Charkiv e dell’Ucraina guidata dall’ex Milan Andriy Shevchenko. Questo il toccante pensiero della Nazionale ucraina sulla pagina ufficiale Facebook: “Una triste notizia colpisce la Nazionale ucraina… Il medico della nazionale Anton Hudaev è morto. Aveva 48 anni. Anton era stufo del COVID-19, il virus ha colpito il 70% dei polmoni. I migliori medici dell’Ucraina hanno combattuto per la vita di Anton, era sotto l’apparecchio della respirazione artificiale… Tuttavia, il coronavirus si è rivelato spietato con il nostro Doc. Anton”. (LA NOTIZIA NEL DETTAGLIO). Sfoglia la FOTOGALLERY in alto con tutte le immagini.

Due squadre del Sud in Serie A, è successo di nuovo! Non capita spesso, e il prossimo anno…

Zenit, troppa euforia per la vittoria: la Coppa cade a terra e si rompe [VIDEO]

Messi, buon sangue non mente: il figlio Mateo imita le movenze della ‘Pulce’ [VIDEO]

Spalletti presenta la sua Biancaneve e sulla maglia spunta l’indizio sul futuro [VIDEO]

Panchina Torino, Cairo ha già scelto l’allenatore per la prossima stagione: è una svolta tecnica e di mentalità