Napoli-Milan 2-2, le pagelle di CalcioWeb: disastro Donnarumma, Theo croce e delizia

Napoli-Milan, le pagelle di CalcioWeb - E' appena terminato il match del San Paolo tra gli azzurri di Gattuso e i rossoneri di Pioli

  • Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
    Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
  • Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
    Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
  • Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
    Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
  • Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
    Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
  • Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
    Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
  • Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
    Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
  • Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
    Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
  • Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
    Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
  • Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
    Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
  • Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
    Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images
/

Napoli-Milan, le pagelle di CalcioWeb – Questi i giudizi della nostra redazione in merito al match del San Paolo appena concluso tra gli azzurri di Gattuso e i rossoneri di Pioli. La partita è finita 2-2. Al vantaggio del Milan con Theo Hernandez hanno risposto Di Lorenzo e Mertens per la rimonta partenopea (con la complicità di Donnarumma). Nuovo e definitivo pari rossonero di Kessié su rigore. In alto la FOTOGALLERY del match.

NAPOLI

Ospina 6 – Non ha colpe sui gol, per il resto rischia poco.

Di Lorenzo 6.5 – Tiene in gioco Theo Hernandez in occasione del vantaggio Milan, ma poco dopo rimedia segnando un gol da attaccante consumato.

Maksimovic 5 – Pesa il fallo su Bonaventura nell’occasione del rigore concesso al Milan.

Koulibaly 7 – Ottima prova. Si spinge spesso avanti con la personalità che non gli manca.

Mario Rui 6 – Prova sufficiente, senza infamia né lode.

Ruiz 6.5 – Gara di qualità. (65′ Demme 6 – Sostituisce degnamente lo spagnolo.)

Lobotka 6 – Fa il “suo” (65′ Elmas 6 – Anche per lui come sopra.)

Zielinski 6 – Abbina quantità e qualità.

Callejon 5.5 – Fallisce una clamorosa occasione ad inizio gara e, per non farsi mancare nulla, si fa sfuggire Theo Hernandez in occasione del vantaggio del Milan. (84′ Politano sv)

Mertens 7 – Il suo zampino c’è, come sempre. Si fa trovare al posto giusto al momento giusto. (73′ Milik 6 – Ha l’opportunità di tirare una punizione in pieno recupero, ma la spara in curva)

Insigne 7 – Anche per lui altra grande prova. Questa volta non trova il gol ma ci va vicino tante volte. (73′ Lozano sv)

MILAN

Donnarumma 4 – Le diverse parate ad inizio gara sembravano far presagire una grande prova. Tutti smentiti! Nel primo gol “passa” il pallone a Di Lorenzo, nel secondo si fa passare goffamente la sfera dietro le gambe. Male.

Conti 6 – Prova sufficiente. A una spinta “costante” alterna i soliti “errori di gioventù”.

Kjaer 6 – Sicuramente qualche passo avanti rispetto alla prova contro la Juve.

Romagnoli 6 – Idem come sopra.

Theo Hernandez 6.5 – Partita dai due volti: segna un gran gol dimostrando le qualità già viste quest’anno, ma in occasione del vantaggio Napoli si fa sfuggire l’avversario, oltre a rischiare il rosso per un intervento al limite.

Kessié 6.5 – Ancora freddo dal dischetto, come la giornata scorsa.

Bennacer 5.5 – E’ statico e poco reattivo su Mertens quando il belga segna il 2-1.

Paquetà 5.5 – Ancora impalpabile. E viene infatti sostituito. (46′ Saelemaekers 4.5 – In tre minuti ha la capacità di farsi ammonire ed espellere. Record)

Calhanoglu 5.5 – Anche lui si vede poco, passo indietro rispetto alle ultime uscite. (61′ Bonaventura 7 – Entra e si guadagna il rigore. Per l’ennesima volta il suo ingresso è prezioso)

Rebic 7 – Ennesima grande partita. Entra in tutte le azioni del Milan, tra cui lo splendido assist a Theo Hernandez per il momentaneo vantaggio. (88′ Krunic sv)

Ibrahimovic 6.5 – Buona prova, si sbraccia, si impegna, torna ad aiutare, si arrabbia. Così come quando viene sostituito, un minuto dopo il gol subito da Mertens. A questa maglia ci tiene ancora. (61′ Leao 6 – Sufficiente)