Nazionale Militare Italiana di Calcio, 15 anni fa l’ultima volta: tra i grandi successi e la delusione del 1995, ma quanti campioni sono passati [FOTO]

La Nazionale Militare Italiana di Calcio cessava di esistere l'1 luglio del 2005, esattamente 15 anni fa: quanti campioni sono passati

/

 

Ci sono storie che pochi ricordano. Storie ormai vecchie e non tramandate perché non vi è stata una continuità nel presente. Se ad esempio pronunciamo la Nazionale Militare Italiana di Calcio, cosa vi viene in mente? I più attenti, nostalgici e appassionati sicuramente la ricorderanno, ma siamo sicuri che non siano tantissimi. Ovviamente, come dice il nome stesso, questa Nazionale era composta da alcuni militari italiani che scendevano in campo per la propria nazione durante il periodo di leva. E infatti, da qui il ricordo, questa selezione non esiste più dall’1 luglio del 2005, da quando non c’è più la leva obbligatoria nel nostro paese. Sono ormai passati 15 anni e uno dei motivi per cui ancora qualcuno ne parla è perché, alcune annate, hanno visto passare dalle caserme campioni italiani già affermati e che hanno fatto la storia del nostro calcio. Non per niente, la Nazionale Militare Italiana, può vantare un grande record: ha vinto ben 8 titoli mondiali. E’ la squadra con più successi dei Mondiali Militari sin dalla sua esistenza, il 1946.

nazionale militare italiana calcioLa competizione, che si svolge ogni due anni, ha visto l’Italia vincere nel 1950, nel 1951, nel 1956, nel 1959, nel 1973, nel 1987, nel 1989, nel 1991. Una delle edizioni che in tanti ricordano è quella del 1987, perché svoltasi ad Arezzo e seguita con molta più attenzione dai media. Tra i protagonisti di quella squadra vi erano, giusto per fare qualche nome, Ciro Ferrara, Gianluca Vialli, Gennaro Ruotolo. E’ l’epoca d’oro, infatti arriveranno altri due successi consecutivi nelle due edizioni successive, 1989 e 1991. Saranno gli ultimi in assoluto, nonostante non manchino altri grandi calciatori passati dopo da questa selezione. Da segnalare in quegli anni anche Roberto Baggio, Roberto Mancini e Paolo Maldini, ad esempio. Oppure, ma questa volta in negativo, il Mondiale del 1995. Figuravano in quella Nazionale calciatori come Fabio Cannavaro, Alessandro Del Piero, Marco Del Vecchio, Fabio Galante, Nicola Amoruso, Francesco Flachi, Stefano Fiore. A dispetto di una grande partenza, con vittorie roboanti contro Olanda, Libia e Senegal (8-0), ai quarti arrivò la clamorosa eliminazione contro il Cipro. Le ultime edizioni, 2003 e 2005, nulla di fatto. L’ultima apparizione appartiene al 22 giugno di 15 anni fa. Mentre, come detto sopra, è l’1 luglio del 2005 che questa nazionale cessa definitivamente di esistere.

Seppur già affermato alla Juve, e seppur con la Nazionale abbia poi vinto nel 2006, nonostante la delusione del 1995 c’è un interessante aneddoto che lega Alessandro Del Piero al suo periodo di leva. E’ bene ricordare, prima di raccontarlo, che i calciatori professionisti non hanno mai svolto, durante l’anno di leva, i compiti che si dovevano normalmente svolgere. Erano impegnati con le proprie squadre e, anche per evitare che potessero incappare in infortuni, venivano loro assegnati dei compiti secondari. Anche durante le partite dei Mondiali, i loro utilizzo era gestito in un certo modo. A tal proposito Gennaro Olivieri, allenatore della Nazionale Militare in quegli anni, così parla di Del Piero: “Aveva già vinto lo Scudetto alla Juve, era già nel giro della Nazionale e aveva segnato in Champions, ma non ha mai fatto nulla per prendere le distanze dal gruppo. Gli dicevo: ‘Dieci minuti e poi esci’. Ma dopo 10 minuti lui mi diceva: ‘Altri cinque minuti signore”. In alto qualche la FOTOGALLERY con qualche immagine della Nazionale Militare Italiana di Calcio.