Psg-Manchester City 1-2, la barriera ‘condanna’ Pochettino: colpo di Guardiola, ma non è ancora fatta

Grandissima prestazione del Manchester City nella semifinale di Champions League contro il Psg. Ottima prova della squadra di Guardiola

  • Foto Yoan Valat / Ansa
    Foto Yoan Valat / Ansa
  • Foto Yoan Valat / Ansa
    Foto Yoan Valat / Ansa
  • Foto Yoan Valat / Ansa
    Foto Yoan Valat / Ansa
  • Foto Yoan Valat / Ansa
    Foto Yoan Valat / Ansa
  • Foto Yoan Valat / Ansa
    Foto Yoan Valat / Ansa
  • Foto Yoan Valat / Ansa
    Foto Yoan Valat / Ansa
  • Foto Yoan Valat / Ansa
    Foto Yoan Valat / Ansa
  • Foto Yoan Valat / Ansa
    Foto Yoan Valat / Ansa
/

Dopo il pareggio del Chelsea contro il Real Madridsi è conclusa la seconda semifinale valida per la Champions League. Sono scese in campo Psg e Manchester City, due serie candidate alla vittoria finale. Si tratta di due club che possono contare su calciatori veramente forti, in più hanno dimostrato di giocare un bellissimo calcio.

La sfida è stata dai due volti, nel primo tempo meglio il Psg mentre nella ripresa è salito in cattedra il Manchester City. Il match si sblocca dopo 13 minuti, colpo di testa del difensore Marquinhos, l’inserimento è stato perfetto. La partita poi è equilibrata e la compagine di Guardiola entra nel match. Il secondo tempo è veramente super: al 64′ arriva il pareggio con un tiro cross di De Bruyne, al 71′ il vantaggio di Mahrez su punizione, errore della barriera che si apre con troppa facilità. Il Psg rimane in 10, bruttissimo fallo di Gueye ed espulsione. Nel finale il risultato non cambia più, finisce 1-2. Il City si avvicina alla finale, ma non è ancora fatta.