Cassano: “Galliani tanto fumo e poco arrosto”

Dichiarazioni forti quelle del barese: “Sopra il cielo c’è l’Inter. Moratti mi voleva da tempo, ma prima era giusto non prendermi, perché ero scatenato. Ora sono più calmo. Al Milan non ho sbagliato io, ma qualcuno più in alto dell’allenatore, che faceva tanto fumo e poco arrosto, che diceva delle cose e faceva altro. Per Allegri contavo poco”.