Sneijder – Inter: spunta l’ipotesi rescissione

Le parole rilasciate ieri da Marco Branca hanno fatto scalpore: in soldoni, o Sneijder accetta la nuova proposta contrattuale dell’Inter, oppure non vedrà più il campo con la maglia nerazzurra. Frasi che nessuno, in tutta realtà, sospettava potessero uscire fuori, considerati anche i continui attestati di stima rivolti all’olandese da Stramaccioni.

Intanto, Barry Sneijder, papà di Wes, si dice felice che il club si sia assunto le proprie responsabilità, facendo chiarezza sul reale stato delle cose. Dal suo canto, il numero 10 nerazzurro non parla, e continua a guardare alla vicenda senza darsi in pasto ai media.

Di certo, in tutto ciò, c’è che le strade di Sneijder e dell’Inter si divideranno molto presto. Il calciatore di passare dagli attuali 6 milioni annui (scadenza 2015) a 4 milioni più bonus (scadenza 2017), proprio non ne vuol sapere, e difatti si è arrivati alla rottura.

Una rottura che, secondo quanto riportato oggi da Tuttosport, potrebbe indurre Moratti ad accettare addirittura un’offerta nell’ordine dei 7 milioni di euro. Va detto, tuttavia, che Sneijder non ha al momento grosso mercato, eccetto l’Anzhi che comunque non ha ancora fatt pervenire nessun fax negli uffici delle alte sfere nerazzurre.

Così si starebbe facendo largo un’ipotesi clamorosa: quella della rescissione: rinunciare a guadagnare sul cartellino, pur di risparmiare un ingaggio che, al netto delle tasse, sfiora i 12 milioni di euro. Ad una situazione del genere, tuttavia, si arriverebbe solamente in mancanza di altre soluzioni. Per la serie: a mali estremi, estremi rimedi.

A Sneijder non rimane per adesso che rassegnarsi a guardare i compagni giocare, e che sia panchina o tribuna poco importa. Sa di avere chiuso con l’Inter, ma sa di essere ancora un grande giocatore.