Stramaccioni: “Sneijder? Scelta tecnica”

Non deve essere facile per il pur bravo Andrea Stramaccioni gestire la situazione legata a Sneijder. E proprio l’olandese, come previsto, è stato l’argomento principale delle domande rivolta nella conferenza stampa pre partita al tecnico nerazzurro. Che ha così affrontato la questione: “Ho grandissima stima sia dal punto di vista umano che professionale di Sneijder. Le mie scelte le faccio in base a quel che vedo durante la settimana quando facciamo gli allenamenti. Quindi la sua esclusione è tecnica, e non v’è nulla di personale. L’Inter già dall’estate passata ha preso una linea, per quel che riguarda il calciomercato, che tutti conosciamo e che io ho avuto modo di constatare. In tutto ciò si inserisce anche la posizione del calciatore che va compreso“.

Stramaccioni ha quindi parlato della partita di domani e della situazione della squadra: “Siamo in un momento un po’ difficile. Nelle ultime due partite abbiamo concesso troppo, e purtroppo va detto che ci sono mancate, nel corso delle varie partite, pedine importanti come Ranocchia, Chivu e Samuel, tutte nello stesso reparto. Ad oggi, diventa fondamentale il recupero di uno come Guarin. Siamo in difficoltà e dunque ritrovare Fredy sarà decisivo. Non se ce la farà ad esserci, ho avuto segnali positivi dal dottor Combi. Ho in mente un’alternativa tattica ma non voglio svelarla. Il Parma è comunque un’ottima squadra, ha cambiato vari giocatori ma ha mantenuto intatta la sua mentalità, grazie al valido operato di Donadoni“.

Per chiudere, si torna anche sull’espulsione rimediata nel concitato finale di partita contro il Cagliari: “Ho esagerato nelle proteste ed è stato giusto essere cacciato. Però non ho offeso nessuno, e la squalifica non la meritavo. Sulla squalifica di Cassano dico solo che rispettiamo le decisioni prese nei suoi confronti. La sua assenza sarà però parecchio pesante. Tecnologia in campo? Non sono favorevole, il bello del calcio sta anche nel fatto che a decidere è l’occhio umano.”