Verratti, personalità da veterano: anche Conte ha bisogno della sua qualità

LaPresse/Fabio Ferrari

Verratti sta disputando una stagione straordinaria, trascinando il Psg verso importanti traguardi

Sta trascinando il Psg in campionato e Champions League con prestazioni di grande livello. In nazionale però lo spazio è limitato, il tecnico Antonio Conte preferisce schierare nel ruolo Andrea Pirlo. Marco Verratti in un’intervista alla ‘Gazzetta dello sport’ esprime il suo parere: “Conte mi prova in varie posizioni, ma non so se corrispondo al giocatore ideale per il suo tipo di gioco. In Nazionale ci si deve adeguare, anche se non posso neppure mettermi a fare da domani il difensore centrale. Giocare mezzala come a Parigi mi sembra difficile anche con l’Italia, perché i centrocampisti di Conte giocano senza palla, corrono molto e attaccano la profondità. Non sono proprio le mie caratteristiche. Mentre penso che potrei dare molto di più davanti alla difesa. Dite che lì c’è Pirlo? Allora vorrà dire che giocherò panchina destra o panchina sinistra”. Poi Verratti ammette: “In Nazionale ci sono gerarchie da rispettare. Anche perché l’allenatore vede poco i giocatori e deve avere riferimenti certi. Davanti a me ci sono grandi giocatori. Ma se mi è data la possibilità di esprimermi, cerco di dare il massimo. Finora le occasioni Conte me le ha date. Spetta a me sfruttarle sempre. Certo, anch’io vorrei giocare sempre, ma in campo si va in undici. Diciamo che sono problemi di Conte”.

FBL-EUR-C1-DORTMUND-ARSENALSu Juventus e Borussia Dortmund: “L’ultima volta ho detto Juve e Immobile mi ha mandato un messaggio per dirmi che sono scemo. Da italiano dico 2-2 con doppietta di Ciro, e passa la Juve. Incontrare i bianconeri sarebbe solo più emozionante perché giocherei contro tanti amici. Quando firmai per il PSG, mi dissi che venendo dalla provincia italiana sarei scappato dopo due mesi. Invece dopo tre anni sono ancora qui, e a Parigi è nato pure mio figlio. Se poi fosse il PSG a non volermi più sarebbe un altro discorso”. Su uno scambio con Pogba: “l’idea dello scambio non mi piace a priori. Se una squadra mi vuole davvero, mi prende e basta. Poi, se il Psg mi obbligasse ad andarmene via per far spazio a Pogba è tutto un altro discorso. Comunque la questione non è all’ordine del giorno”. Le qualità del calciatore sono enormi, nonostante la giovane età non gli manca la personalità, essere leader in una squadra composta da campioni non è da tutti. Verratti lo sta facendo alla grande, i rimpianti per le squadre italiane sono enormi, non aver puntato sul centrocampista è un errore imperdonabile. Anche Conte, nonostante la presenza di un fuoriclasse come Pirlo dovrebbe garantire maggiore spazio a Verratti e perchè no provare a farli coesistere. I campioni devono sempre giocare, in un modo o nell’altro.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
  10:51 14.03.15
Condividi
article
185835
CalcioWeb
Verratti, personalità da veterano: anche Conte ha bisogno della sua qualità
Verratti sta disputando una stagione straordinaria, trascinando il Psg verso importanti traguardi Sta trascinando il Psg in campionato e Champions League con prestazioni di grande livello. In nazionale però lo spazio è limitato, il tecnico Antonio Conte preferisce schierare nel ruolo Andrea Pirlo. Marco Verratti in un’intervista alla ‘Gazzetta dello sport’ esprime il suo parere: “Conte mi
https://www.calcioweb.eu/2015/03/verratti-personalita-da-veterano-anche-conte-ha-bisogno-della-sua-qualita/185835/
2015-03-14 10:51:30
https://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2015/03/small_140627-165908_to270614spo_5220.jpg
Conte,Immobile,Psg,Verratti
News
Torna alla Home