Fabio Rampelli (FdI) vice presidente della Camera a Radio Cusano Campus: “E’ giusto che le società di calcio contribuiscano alle spese per la sicurezza”

Fabio Rampelli, vice presidente della Camera dei Deputati, è intervenuto a Radio Cusano Campus, nella trasmissione “Cosa succede in città”, condotta da Emanuela Valente commentando gli scontri di Coppa Italia e l'addio di De Rossi

rampelli su de rossi e sicurezza
Vincenzo Livieri/LaPresse

Fabio Rampelli, vice presidente della Camera dei Deputati, è intervenuto a Radio Cusano Campus, nella trasmissione “Cosa succede in città”, condotta da Emanuela Valente. Il deputato di FdI ha commentato gli scontri tra tifosi della Lazio e forze dell’ordine prima della finale di Coppa Italia fuori l’Olimpico, l’addio di De Rossi alla Roma e le condizioni della capitale.

Sulla guerriglia pre finale di Coppa Italia. “Assoluta condanna per ogni episodio di violenza che inquina lo sport che, invece, è una cosa seria, e dovrebbe insegnare la competizione leale, il rispetto dell’avversario. La mia vicinanza e solidarietà agli agenti della polizia municipale che sono stati colpiti: è indegno che debbano andarci di mezzo persone che svolgono il proprio lavoro. Chi si è macchiato di questo crimine deve esser colpito senza pietà”.

Sulla proposta della sindaca Raggi di far contribuire le società di calcio al mantenimento dell’ordine pubblico e della sicurezza. “Prima dalla Raggi lo abbiamo proposto noi di FdI. Siamo d’accordo perché responsabilizza le società di calcio e le invita a svolgere anche un ruolo di tipo sociale, sulla propria tifoseria. Credo che ci si debba aiutare e collaborare. Anche i giocatori di calcio devono essere responsabilizzati. Le società di calcio posso interagire con le amministrazioni pubbliche e proporre a loro volta delle modalità per penetrare nelle tifoserie dei giovani, a cominciare da quei luoghi frequentati proprio dai giovani, come le scuole. La proposta della Raggi bisogna attuarla più che annunciarla, dovrebbe esserne garante il Ministero dell’Interno, il capo della polizia che, comunque, hanno già attenzionato la materia. Bisogna velocizzare i tempi, almeno i costi dovrebbero essere equamente ripartiti anche coinvolgendo le società di calcio”.

Sull’addio di Daniele De Rossi alla Roma. “Non è stato giusto far finire così la carriera a Daniele De Rossi. La società ha commesso degli errori, e questi errori sono dovuti in buona parte al fatto che sia un po’ allo sbando, guidata da una proprietà straniera, abituata ad altre consuetudini che non si è immedesimata alla cultura, al carattere italiano, nel rapporto tra quei giocatori simbolo, a cui appartiene De Rossi, e la città, perché penso che Daniele De Rossi sia un calciatore apprezzato e stimato da tutti. Quando ci sono brutte notizie da dare, la società deve saperle gestire, non bisogna utilizzare nessuno come dei fazzoletti, né giocatori importanti né quelli meno importanti. Se si ritiene che la carriera di un giocatore debba cambiare o finire una società responsabile deve utilizzare tutt’altro profilo, altre modalità per rispetto di se stessa, del giocatore interessato, dei compagni di squadra e della città di cui è espressione”.

SEGUI CALCIOWEB PER LE ULTIME NOTIZIE IN TEMPO REALE

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
  16:02 17.05.19
Condividi
article
10317325
CalcioWeb
Fabio Rampelli (FdI) vice presidente della Camera a Radio Cusano Campus: “E’ giusto che le società di calcio contribuiscano alle spese per la sicurezza”
Fabio Rampelli, vice presidente della Camera dei Deputati, è intervenuto a Radio Cusano Campus, nella trasmissione “Cosa succede in città”, condotta da Emanuela Valente. Il deputato di FdI ha commentato gli scontri tra tifosi della Lazio e forze dell’ordine prima della finale di Coppa Italia fuori l’Olimpico, l’addio di De Rossi alla Roma e le
https://www.calcioweb.eu/2019/05/fabio-rampelli-radio-cusano-campus/10317325/
2019-05-17 16:02:58
https://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2019/05/LP_9683399.jpg
De Rossi,Roma news
Interviste
Torna alla Home