Italia, Mancini tiene i piedi per terra: “il nostro girone non è facile come sembra…”

Il Ct della Nazionale Roberto Mancini tiene i piedi per terra, le ultime in vista di Euro 2020

“Stiamo venendo da buone prestazioni. L’Europeo è tra sei mesi ma non credo che il nostro girone (Turchia, Svizzera e Galles, ndr) sia così semplice. Però siamo ottimisti. Sono squadre fastidiose, sono tre squadre che non hanno niente da perdere, fatte di bravi giocatori piena di giovani bravi. La Svizzera è sempre fastidiosa da affrontare per l’Italia, ci conoscono bene. Il Galles può essere una sorpresa con calciatori che giocano in Premier League. La Turchia nel suo gruppo ha fatto 4 punti con la Francia. Le partite bisogna giocarle”. Sono le dichiarazioni di Roberto Mancini, ct ella nazionale, ai microfoni di ‘Radio anch’io sport’, rubrica di Radiouno. “Uno Schillaci come a Italia ’90? Credo che il gruppo sia delineato, se dovesse uscire un giocatore giovane e straordinario bene, siamo aperti a qualsiasi soluzione, anche se mi sembra difficile possa ripetersi uscire un giocatore. In questo momento le cose stanno andando bene e il gruppo ben delineato”.

Non è così semplice vincere tutte le partite di qualificazione. Anche con squadre non di prima fascia ci sono partite difficili. Solo il Belgio le ha vinte tutte. Questo ci fa piacere. L’importante era certamente qualificarci ma così è ancora più positivo”. Adesso non sembrano esserci problemi in attacco. “Fortunatamente nelle 10 partite di qualificazione non abbiamo avuto grandi problemi in attacco. La squadra ha sempre giocato bene la fase offensiva e fatti tanti gol. La speranza è che continuino così. Mancano sei mesi per capire le condizioni fisiche degli attaccanti la soluzione dell’alternanza, Belotti e immobile: andiamo avanti così’ poi vedremo la situazione specifica”. Sul debutto del giovane portiere Turati ha aggiunto: “Come portieri stiano benissimo. E’ un ragazzo bravo, ma credo ci voglia tempo”.

“L’Inter sta facendo benissimo, merita di essere in cima, per il campionato dispiace che non ci siano il Napoli, la Roma e il Milan, la Lazio e che non siano così vicine alle prime due. L’Inter sta tenendo vivo il campionato”.