Sampdoria, Ranieri: “Ci metto un po’ di olio e sale e me li mangio vivi”

Tra rabbia, delusione e ironia, l'allenatore della Sampdoria Claudio Ranieri commenta la pesante sconfitta dei suoi a Roma contro la Lazio

“E’ stata la nostra peggior partita, stasera ci metto un po’ di sale e olio e li mangio vivi. Non cerco scuse, la Lazio è stata tanta roba: complimenti a Inzaghi, noi non siamo stati squadra”. Tra rabbia, delusione e ironia, il tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri parla della pesante sconfitta di questo pomeriggio con la Lazio allo stadio Olimpico. “La Sampdoria non è abituata a questa posizione di classifica. Dobbiamo rimanere con il coltello in mezzo i denti – ha detto l’allenatore a Sky Sport – oggi non lo abbiamo fatto. Il mercato? Se dovesse andare via Caprari, arriverà uno più forte. Abbiamo bisogno di due difensori centrali, non sarà facile ma sono fiducioso”.

Lazio non fermarti, così sei bellissima! Immobile show, la Samp non ci capisce più niente: le pagelle

“Se la Lazio può ripetere l’impresa del mio Leicester? Non si può dire adesso, Juventus e Inter spingono tanto. Bisogna vedere a fine marzo-aprile come starà poi ci fossi in loro ci proverei. A vederli da fuori c’è quella chimica che aveva la mia squadra. Noi siamo partiti per salvarci, non abbiamo mai pensato allo scudetto, quando siamo arrivati lì ho detto ‘adesso o mai piu”. La Lazio sono 11 partite che fa la differenza, si diverte e gioca a memoria: oggi è stata magnifica, diamo a Cesare quel che è di Cesare”.