“A casa anche dopo il 1 maggio? Credo proprio di sì”: l’ammissione di Borrelli sull’emergenza Coronavirus

Angelo Borrelli, capo della Protezione civile, è intervenuto a ‘Radio Anch’io’ su Rai Radio 1, per parlare dell'emergenza Coronavirus

“Dopo Pasqua e Pasquetta, anche il 1 maggio lo passeremo chiusi in casa? Credo proprio di , non credo che passerà questa situazione per quella data. Dovremo stare in casa per molte settimane”. Lo ha detto il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, intervenuto a ‘Radio Anch’io’ su Rai Radio 1. Il commissario straordinario per l’emergenza ha poi aggiunto: “Il Coronavirus cambierà il nostro approccio ai contatti umani e interpersonali, dovremo mantenere le distanze. Il 16 maggio potrebbe essere la data giusta per la fase 2? Se l’andamento non cambia, potrebbe essere, come potrebbe essere prima o dopo, dipende dai dati. Dobbiamo vedere quando questa situazione inizia a decrescere. Non vorrei dare delle date, però da qui al 16 maggio potremo aver dati ulteriormente positivi che consigliano di riprendere le attività e cominciare quindi la fase 2“.

La fidanzata di Dybala annuncia: “Ho di nuovo il Coronavirus, ma ero risultata negativa”

Coronavirus, lutto nel mondo del calcio: addio ad una bandiera, fu squalificato a vita [NOME e DETTAGLI]

Coronavirus, Setti: “La salute è al primo posto, ma il calcio dà lavoro a centinaia di migliaia di persone”

Coronavirus, Michele Uva: “Priorità campionati con coppe in estate? Al momento non è la nostra prima opzione”