“Mi beccai uno schiaffo da Zamparini, ma metteva becco ovunque. Avevo portato Chiellini a Palermo”: Foschi confessa

"Zamparini metteva becco ovunque. La lite più grossa? Finì male, mi beccai uno schiaffo e fui pure licenziato. Avevo portato Chiellini a Palermo"

Tra rimpianti, diversità di vedute, liti, confessioni, schiaffi, gioie. Un rapporto amore-odio quello tra Rino Foschi e Maurizio Zamparini ai tempi del Palermo. E l’ex dirigente rosanero si lascia andare ad alcuni retroscena ai tempi in cui i siciliani militavano in Serie A.

“I rimpianti? Chiellinirivela Foschi al Giornale di Sicilia lo avrei portato a Palermo dopo la promozione in A. Una delle ultime partite di campionato la facemmo contro il Livorno e a fine gara mi raccomandai con lui, era contentissimo di venire qui. Alla fine la Juventus ce lo soffiò”

Il rapporto con Zamparini? Ha sempre messo becco ovunque. La lite più grossa fu quella per Papadopulo. Un amico a Milano mi disse che Zamparini lo aveva già preso, io gli rispondo che avrei dovuto saperlo, essendo il ds. L’indomani vado a casa di Zamparini, arrivo lì e trovo Papadopulo. Neanche lo saluto, lo insulto e Zamparini mi tira una sberla. Successe il finimondo e di fatto fui licenziato”.