Pirlo confessa: “Il suo discorso mi ha colpito, da lì ho deciso che avrei fatto l’allenatore”

L'ex centrocampista di Milan, Juventus e Nazionale Andrea Pirlo racconta il momento esatto in cui ha deciso che avrebbe fatto l'allenatore

Andrea Pirlo, in una diretta Instagram con la pagina ‘Il Nuovo Calcio’, ha confessato il momento esatto in cui aveva deciso che avrebbe fatto l’allenatore una volta finita la carriera in mezzo al campo: “La prima volta che ho valutato la possibilità di fare l’allenatore – dice è stata dopo una lezione di Conte. Ce ne faceva sempre da 40 minuti l’una. È stato allora che tra me e me ho pensato: ‘Anche io voglio fare l’allenatore‘. Da lì mi è scattata la voglia di proseguire. Quanto incide un allenatore? Sui giocatori può incidere tanto, perché può farti rendere al 100% o non farti giocare. Trovare la persona giusta nel momento giusto può essere fondamentale”.

Il mio rapporto con Lippi? Lo conosco abbastanza bene, è stato fondamentale per la vittoria del Mondiale 2006 perché fin dalle convocazioni nei due anni precedenti al Mondiale aveva in testa la sua squadra e ci diceva che avremmo fatto un bellissimo percorso, ti dava grande motivazione e ti faceva discorsi che coglievano sempre nel segno. Ti diceva sempre le cose in faccia”.

Perrotta ricorda: “Nella notte di Berlino del 2006 ho pensato alla Reggina. A Roma non è facile giocare”

“Il rapporto con Ibra non esiste. Lui o Totti? Se voglio vincere il Mondiale…”: Materazzi al veleno