Lazio, De Martino: “la lite nello spogliatoio? Non si sono suonati i violini, ma nemmeno quello che è stato scritto”

Stefano De Martino, direttore della comunicazione della Lazio, ha deciso di uscire allo scoperto dopo le voci su una presunta lite

Momento di grossa difficoltà in casa Lazio, il club biancoceleste ha perso anche contro il Sassuolo, si è complicata quasi definitivamente la corsa per lo scudetto. Stefano De Martino, direttore della comunicazione della Lazio, ha commentato ai microfoni di Lazio Style Radio il periodo negativo. “I primi dispiaciuti siamo noi, qui all’interno del Centro Sportivo. Tre sconfitte consecutive non si verificano da tempo, è un momento di difficoltà. La débâcle di Lecce è quasi incomprensibile. È un momento complicato nella testa e nelle gambe: è importante l’equilibrio tra la componente fisica e psicologica, i numerosi infortuni ledono il rendimento di tutta la squadra. Giocare ogni tre giorni è devastante per tutti, al di là dell’Atalanta che anche ieri è stata capace di mettere in difficoltà la Juventus all’Allianz Stadium”.

“Prima della squadra si parlava di una rosa profonda, oggi i giocatori non sembrano essere all’altezza per scendere in campo ogni tre giorni. Quando eravamo ad un punto dalla Juventus, molti erano saliti sul carro. Ora escono fuori tutte quelle persone che non vedevano l’ora di ‘assaltare il fortino’. Questo è sconfortante: vengono addirittura evocate risse nello spogliatoio. Ieri la Società ha smentito subito con forza. Io ed Arturo Diaconale abbiamo la responsabilità di ciò che diciamo: al termine di una sconfitta non si suonano i violini ma di certo non è accaduto quello che qualche testata ha riferito. Nei miei dodici anni ho vissuto numerosi momenti complicati: due mesi fa i giudizi erano estremamente opposti rispetto ad oggi”.

C’è delusione, anche alcuni singoli ora entrano nell’occhio del ciclone, come il nostro portiere, Thomas Strakosha, che fino a febbraio veniva esaltato, o magari Ciro Immobile, il quale ultimamente è stato criticato per il suo scarso rendimento sotto porta: certamente alcuni elementi della rosa non stanno rendendo secondo le loro massime potenzialità. Il collettivo in questo momento non sta girando ma noi dobbiamo spingere positivamente questi ragazzi, chi ha un atteggiamento opposto non ci serve, oggi meno che mai”.

Lazio, Lotito pensa ad un provvedimento dopo la presunta lite nello spogliatoio

“Spiaze…”, “con le scuse è ancora superiore Mazzarri”: le reazioni dopo la sconfitta della Lazio [FOTO]