Due squadre del Sud in Serie A, è successo di nuovo! Non capita spesso, e il prossimo anno…

Due squadre del Sud in Serie A per la seconda volta negli ultimi quattro anni: un evento non comune che inizia a diventare comune

Benevento e Crotone. Prima e seconda. Entrambe in Serie A. Entrambe del Sud. Formalità? Dovrebbe, potrebbe, sembrerebbe. Ma non è cosa comune. In un calcio in cui negli anni “belli” dominavano i grandi imprenditori del Nord, e adesso i ricchi magnati stranieri, i club meridionali – a parte qualche rara eccezione – hanno sempre dovuto faticare per tenere il passo del settentrione. L’apice (in negativo), a tal proposito, è stato toccato in quelle stagioni in cui – in rappresentanza del Sud – c’era solo una squadra in massima serie. Adesso si viaggia tra le due, tre, quattro compagini, senza però considerare – ad esempio – le due romane.

Seconda volta negli ultimi quattro anni per due club del Sud in A

Evento non comune, quindi, dicevamo. Due squadre meridionali vanno ad arricchire l’elenco delle squadre di Serie A il prossimo anno e, soprattutto, aggiornano una statistica confortante: è la seconda volta in quattro anni che due club del Sud vengono promossi direttamente in Serie A. Nel 2015-2016, infatti, furono Cagliari e Crotone a staccare il pass per i “grandi” del calcio. Quell’anno, addirittura, il Trapani perse la finale playoff contro il Pescara, con Oddo – tecnico degli adriatici – a consolare quello dei siciliani Serse Cosmi per un traguardo sfiorato e che avrebbe rappresentato sicuramente un record.

Un salto nel passato: quando è accaduto ancora negli ultimi vent’anni?

Sono le uniche due volte, queste, in cui due squadre del Sud riescono a ottenere il salto in A da quando le promozioni dalla B sono tre e non più quattro, e cioè dalla stagione 2003-2004. Fino a quella stagione, le prime quattro avevano accesso direttamente alla massima serie e le possibilità per i club meridionali erano ovviamente maggiori. Addirittura, nel 2003-2004, proprio nella stagione in cui la A venne allargata a 20, le promozioni furono 6. Tra le prime quattro, rispettivamente prima, seconda e quarta, c’erano Palermo, Cagliari e Messina. E fu un record, almeno negli ultimi vent’anni.

Il prossimo anno una Serie A più “meridionale”

Quest’anno, le squadre meridionali in massima serie sono tre: Napoli, Cagliari e Lecce. In bilico la posizione dei salentini, a -4 dal Genoa quartultimo e con una gara in meno, quindi con chance di salvezza ancora da sfruttare. In caso di permanenza dei giallorossi, la Serie A il prossimo anno tornerebbe a “vedere” ben cinque club del Sud. L’ultima volta era stato nel 2011 (Napoli, Cagliari, Palermo, Catania, Lecce) e, nella stagione precedente, addirittura sei (il Bari in aggiunta). Qualora il Lecce invece dovesse salutare i “grandi”, in A ritroveremmo quattro squadre meridionali, esattamente come nel 2017-2018, quando erano presenti le stesse compagni (Napoli, Cagliari, Crotone e Benevento).