Pippo Pancaro, dal doppiaggio in un film cult ad insospettabile playboy: e quel coro celebre…

Si rinnova il classico appuntamento con la nostra rubrica "L'uomo del giorno". Protagonista di oggi è Giuseppe Pancaro, ex difensore di Lazio e Milan

Giuseppe Pancaro, detto Pippo, compie 49 anni. Inizia la carriera da calciatore all’Acri, poi esperienza con l’Avezzano ma la chiamata importante è quella del Cagliari, buone stagioni con la maglia del club sardo. Si mette in mostra e viene chiamato dalla Lazio, è l’esperienza più importante per l’ex difensore. Poi Milan, Fiorentina e Torino altre avventure significative. Dopo il ritiro intraprende la carriera da allenatore prima come vice al Modena, poi da primo alla Juve Stabia, al Catania e al Catanzaro. Ultimamente ha allenato la Pistoiese, poi le strade si sono divise a giugno.

Nel film comico ‘Shaolin Soccer – Arbitri, rigori e filosofia zen’, uscito nelle sale italiane l’11 aprile 2003 ma prodotto originariamente ad Hong Kong dal cinese Stephen Chow, Pancaro partecipò al doppiaggio concedendo la voce a Tin Kai Man nel ruolo di “Canotta d’acciaio”. Insieme a lui anche Damiano Tommasi, Marco Delvecchio, Sinisa Mihajlovic, Angelo Peruzzi, e Vincent Candela. Pancaro decise di devolvere il compenso in beneficenza.

Ha avuto una storia con la nota conduttrice televisiva Adriana Volpe. Grandi conquiste per Pancaro. sposato con l’ex letterina di Passaparola e Meteorina di Emilio Fede Vincenza Cacace, dalla quale ha avuto due figli. Gli è stata dedicata la pagina Facebook ‘Giuseppe Pancaro insospettabile playboy’ e gli veniva cantato lo stesso coro dedicato ad un altro noto frequentatore di discoteche, Bobo Vieri: “Eran quasi le tre, era in giro con me, Pippo Pancaro Alè”.