German Denis, da ‘Santo Espedito’ alla prima notte di nozze. Quattro figli nati in giro per il mondo

Si rinnova il classico appuntamento con la nostra rubrica "L'uomo del giorno". Protagonista di oggi è German Gustavo Denis, attaccante della Reggina

German Gustavo Denis compie 40 anni. E’ soprannominato ‘El Tanque‘ (il carro armato) per via della sua grande forza fisica. L’attaccante argentino è tornato in Italia, grazie all’ambiziosa Reggina. Ora che i calabresi hanno ottenuto la promozione in Serie B per Denis inizia un’altra sfida. Cresciuto calcisticamente nel Talleres, passa poi al Quilmes e al Los Andes, con cui mette a segno 19 reti. Qui le prime avance dall’Italia, è il Cesena a credere in lui ma l’attaccante è ancora acerbo: solo 3 reti in 29 presenze. Torna in Argentina: bene con Arsenal de Sarandì e Colon, ma all’Independiente esplode. In due anni, 70 presenze e 37 reti. E allora, ecco il ritorno in Italia: il Napoli è da poco tornato in Serie A, Denis raggiunge nella città partenopea un altro argentino, Ezequiel Lavezzi. ‘El Tanque’ segna 13 reti in due anni. Poi va in Friuli, all’Udinese. Ma è all’Atalanta che mostra il meglio di sé in Italia: cinque anni a Bergamo, oltre 150 presenze e 56 reti. Denis è l’idolo degli orobici, ma nel 2016 lascia i nerazzurri. Ritorno in patria: Independiente e Lanus, poi l’Universitario in Perù. Adesso, come detto, a Reggio Calabria aspettano i gol anche in Serie B.

E’ sposato con Natalia Peralta. I due si sono conosciuti a dodici anni in Argentina, durante un pomeriggio in piscina. Si sono poi persi di vista e reincontrati in un pub dopo sei anni. Da quel momento non si sono più lasciati. La proposta di matrimonio è avvenuta per telefono, quando Denis era a Cesena. La moglie ha raccontato a ‘TMW’: “Ci siamo sposati in chiesa il 28 giugno del 2002 in Argentina. C’è un aneddoto curioso che devo raccontarti sul matrimonio: la prima notte di nozze l’ho trascorsa a casa dei miei genitori e lui dei suoi perché avevamo litigato. Ora quando lo ricordiamo ci scherziamo sempre su”.

Molto devoto a Santo Espedito, ha spesso indossato la maglia numero 19 in onore della festa che in Argentina cade ad aprile. La coppia ha quattro figli, tutti nati in luoghi diversi. Il più grande si chiama Mathias ed è venuto alla luce a Cesena, la seconda Malena a Buenos Aires, il terzo Julian a Napoli, il quarto Benjamin a Bergamo. Poca voglia di studiare, neanche mamma Alicia che è maestra, è riuscita ad aiutarlo.