Napoli, Gattuso sugli stipendi: “siamo privilegiati”, poi parla del presunto litigio

Il tecnico del Napoli Gennaro Gattuso ha affrontato gli ultimi temi caldi che riguardano il club azzurro, dagli stipendi al litigio

La notizia del giorno riguarda il Napoli, ovvero i ritardi dei pagamenti degli stipendi, i calciatori non hanno preso ancora compensi in questa stagione. Ha affrontato l’argomento l’allenatore Gattuso alla vigilia della sfida contro il Rijeka.

“Siamo tutelati a livello economico. Siamo privilegiati. Io faccio questo lavoro con passione e questo pretendo dai miei giocatori. Se parliamo di stipendi o altri cerchiamo alibi e io non voglio assolutamente se ne cerchino. Ma io vedo una squadra che mi segue, che sta giocando un buon calcio. Possiamo fare sicuramente meglio. Ma la strada che abbiamo fatto mi piace. Se poi qualcuno pensava al Napoli di vincerle tutte e fare 130 punti questo non mi riguarda”.

Sulle voci di un litigio: “Ho parlato solo io alla squadra. Non c’è stato alcun litigio. Vedo un grande senso di appartenenza. Ma voglio vedere qualcosa in più. Noi non possiamo solo giocare di fioretto. Dobbiamo migliorare nella lettura delle partite. Non si può sempre essere belli, in certi momenti serve mettere l’elmetto. A volte si può giocare anche male ma essere concreti in campo. Questo chiedo ma la responsabilità resta sempre tutta mia. Come ho sempre detto”.