Cassano lancia bordate: nel mirino l’Inter e l’allenatore Conte

Antonio Cassano senza peli sulla lingua, le indicazioni che riguardano l'Inter e Conte. Arrivano le bordate

Antonio Cassano non è mai banale, l’ex calciatore ha affrontato vari argomenti che riguardano il calcio italiano, in attesa della prossima giornata del campionato di Serie A che regala lo scontro scudetto tra Juventus e Inter. Il barese nella consueta diretta Twitch sulla Bobo Tv in compagnia Daniele Adani, Christian Vieri e Nicola Ventola ha lanciato un ultimatum all’Inter. “Se domenica perde con la Juve, esattamente come i bianconeri se avessero perso con il Milan, rischia clamorosamente di uscire dalla lotta Scudetto. Perché non sia mai che la Juve vince a Milano, i giochi sono finiti. Perché la Juve arriva, è lì. Poi c’è la Roma che ti passa, c’è l’Atalanta, che ha anche una partita da recuperare, il Milan va a Cagliari e può andare a +6. La Juve vincendo gli andrebbe due punti avanti. Se invece pareggiano, il Milan va a 43 e l’Inter a 38”.

Antonio Cassano lancia le frecciate a Conte

CASSANOIl barese non risparmia l’allenatore Conte: “Allora… Io mi prendo la responsabilità e vado dritto all’obiettivo: siamo sicuri che questo è un grandissimo allenatore?”. 

“Flick, Zidane, Koeman, Guardiola, se sul mercato gli prendono un campione, nessuno di questi dice di no. Gli allenatori, ai campioni, dicono ‘Vieni qua’. Se hai davanti Xavi, Iniesta, Pirlo, Xabi Alonso, il campione può anche non servire, ma con la penuria di calciatori di qualità che hanno a centrocampo, considerando che è un allenatore che è stato preso per fare calcio, che ha avuto tutto quello che vuole, prende 12 milioni e dicono tutti che è un grande allenatore…”.