Calcioscommesse, Beppe Signori assolto per la partita Piacenza-Padova

Beppe Signori è stato assolto dalle accuse di calcioscommesse. E' una buona notizia per l'ex calciatore del Bologna

Arrivano buone notizie per Beppe Signori, l’ex calciatore del Bologna è stato assolto dal Tribunale di Piacenza in relazione al filone dell’inchiesta sul calcioscommesse. L’accusa era quella di aver cercato di alterare il risultato di Piacenza-Padova, sfida del campionato di Serie B del 2 ottobre 2010. Signori era finito sotto processo insieme a Luigi Sartor, perché secondo un testimone aveva versato 65 mila euro per indirizzare la partita, 30 mila direttamente a Signori. “Spero sia la prima di una lunga serie di assoluzioni che mi possano restituire la dignità di uomo e la credibilità di sportivo”, ha detto Signori che adesso dovrà fare i conti con altri processi.

Le dichiarazioni di Signori

Beppe Signori è entusiasta per la sentenza come riporta il sito ‘Libertà’. “Dopo 10 anni è finita, anche se io e il mio avvocato non avevamo mai avuto dubbi sulla mia innocenza. In qualche modo vengo ripagato, giustizia parziale è stata fatta, perché comunque questi anni non me li restituirà più nessuno, è una rivincita e speriamo che sia la prima di una lunga serie”.