Cassano asfalta Cristiano Ronaldo: “ha fallito, con lui la Juve ha fatto peggio”

L'ex calciatore Cassano lancia bordate nei confronti di Cristiano Ronaldo. Il barese non è mai banale

Antonio Cassano continua a far discutere. L’ex calciatore non è mai banale e scatena sempre momenti di grande discussione sui social. Sono tanti gli argomenti affrontati dall’ex Roma in un’intervista a ‘Il Corriere dello Sport’, quello che ha provocato il caos riguarda il calciatore della Juventus Cristiano Ronaldo.

“Ronaldo è stato preso per vincere la Champions, ma con lui la Juve ha fatto peggio che in passato e allo scudetto sarebbe arrivata comunque. Un progetto sbagliato. Per 120 anni alla Juve contava solo vincere, vincere è ancora un obbligo, ma prima con Sarri e poi con Andrea la società ha tentato di cambiare pelle. Il bel gioco, oltre ai titoli… Ronaldo con le idee di Andrea non c’entra, lui continuerà a segnare perché può farlo anche da seduto, parte lateralmente, si sposta la palla sul destro e ti spacca la porta. Oppure di testa, unico. Ma Andrea vuole la costruzione, il pressing alto, fa un gioco di posizione, di qualità, tra le linee. Ronaldo risolve, ma partecipa poco. Per me in questi tre anni ha fatto malissimo. A meno che non riesca finalmente a centrare la coppa proprio ora”. 

Le frecciate nei confronti dell’Inter

CASSANOAntonio Cassano punzecchia anche l’Inter: “ha solo lo scudetto, ha fatto malissimo in Champions ed è rimasta senza Europa League, è uscita dalla Coppa Italia. Se non vince il campionato la sua stagione è fallimentare. Io però sono pazzo dell’Atalanta, e mi piace la Roma. Fonseca è bravo, gioca all’attacco”.

Ibra a Sanremo

Un altro argomento molto caldo riguarda la presenza a Sanremo di Zlatan Ibrahimovic: “Non fare il furbo… Ibra fa benissimo ad andare, io sono un genere alla Ibra. Il 95 per cento dei calciatori avrebbe risposto sì ad Ama. È un contratto importante. Ibra è un grande professionista, sa gestirsi. Diverso è il discorso se mi chiedi del permesso che gli è stato accordato. Se fosse stato alla Juve sarebbe rimasto a Torino. Ma al Milan sanno quello che fanno, lì c’è Paolo (Maldini, nda), l’esperienza non gli manca. Se Paolo avesse detto di no a Sanremo e Ibra ci fosse voluto andare ugualmente, secondo te come sarebbe finita?”.