Real Madrid-Juventus del 2018, il retroscena: l’arbitro Oliver costretto a cambiare casa dopo il match

Un nuovo retroscena che riguarda l'arbitro Oliver. Si continua a parlare della sfida di Champions League Real Madrid Juventus del 2018

L’eliminazione della Juventus dalla Champions League del 2018 contro il Real Madrid continua a creare motivi di grande discussione, i tifosi bianconeri non hanno dimenticato il calcio di rigore fischiato dall’arbitro Oliver per un contatto sospetto in area di rigore. Anche in Premier League le ultime settimane sono state caldissime sul fronte arbitri, Mark Clattenburg ha deciso di inviare una lettera al Daily Mail per difendere la categoria. Ed alcune rivelazioni riguardano proprio la famosa partita tra Real Madrid e Juventus.

Le rivelazioni su Real Madrid-Juventus

arbitro Oliver
Foto di Kiko Huesco / Ansa

La lettera di Mark Clattenburg ha creato nuovi argomenti di discussione, questo il contenuto: “Mike Dean, autore dell’espulsione di qualche settimana fa ai danni del centrocampista del West Ham Tomas Soucek, ha cominciato a ricevere tanti insulti e minacce. Sono abituato a ricevere lettere a casa mia. Tutte indirizzate a Mark Clattenburg e il mio postino, pensando di farmi un favore, me le ha consegnate. C’erano insulti vili e minacce. L’ho denunciato alla polizia, ma visto l’anonimato non hanno arrestato o condannato nessuno. È doloroso e spaventoso. C’è un limite. Purtroppo, con i social media, quel limite viene superato troppo spesso. Michael Oliver ha dovuto trasferire la sua famiglia da casa dopo la partita in cui la Juventus è stata eliminata dalla Champions League dal Real Madrid nel 2018”.