Il Tapiro d’Oro a Cassano: “Totti? Uscivamo dalla mattina alla notte, poi andavamo a Trigoria”

Antonio Cassano ha ricevuto il Tapiro d'Oro, l'ex calciatore della Roma non è mai banale e non le manda a dire

Antonio Cassano ha appeso le scarpette al chiodo ormai da un pò di tempo, ma continua sempre a far molto discutere. Il barese non è mai banale ed è protagonista di un appuntamento fisso con la Bobo tv. Il calciatore ex Roma non ha digerito il suo personaggio nella serie tv in onda su Sky “Speravo de morì prima” che racconta la carriera di Francesco Totti. Fantantonio è stato intercettato da Valerio Staffelli di Striscia la Notizia ed è stato consegnato il Tapiro d’Oro.

“La serie mi è piaciuta molto poco: la realtà non supera il 5%, il resto è romanzato. Io vengo fatto passare per un invadente, per qualcuno che non sono: fuori casa sono un pazzo scatenato, lo ammetto, ma a casa di Francesco mi sono sempre comportato bene. Non ho mai sbattuto le porte! Per non parlare dell’attore che fa la mia parte: non sarò bello, ma lui è peggio”.

Nel mirino anche l’attore che interpreta Totti: “Non c’entra niente, assomiglia più a Perin che a Francesco. Il mio rapporto con Totti? I primi 5-6 mesi lui era single e uscivamo dalla mattina fino alla notte. A volte tiravamo la mattina dopo e andavamo direttamente a Trigoria. Poi si è fidanzato e io ho cominciato a fare disastri da solo. Ma avevo 20 anni. Oggi, se tutto va bene, a mezzanotte mi addormento sul divano”.