Cagliari, Giulini sul caso Acerbi: “senza certezze è sbagliato strumentalizzare”

Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini commenta le ultime polemiche nel calcio e le accuse al difensore Acerbi

CalcioWeb

Continuano ad arrivare le reazioni sul caso Francesco Acerbi. Il difensore dell’Inter è stato accusato di un insulto razzista nei confronti di Juan Jesus nel corso della partita del campionato di Serie A contro il Napoli. Il giudice sportivo ha chiesto approfondimenti ed una sentenza definitiva sull’eventuale squalifica è prevista della prossima settimana.

“Non ho visto esattamente quale sia stato il labiale, se ci sia stato un insulto o meno, e di quali entità. È difficile quindi giudicare non sapere cos’è successo realmente. Quello che penso è che se ci fosse qualcosa di eclatante, chiaro, evidente, registrato – e quindi purtroppo è arrivato a casa di tutti i bambini e di tutti gli adolescenti che invece vogliamo indirizzare verso tutt’altro – andrebbe punito e andrebbe fatto in maniera molto severa”. Sono le dichiarazioni del presidente del Cagliari Tommaso Giulini a margine della giornata sportiva contro il razzismo oggi a Monte Claro.

“Qualora, viceversa ci sono dei dubbi su ciò che può essere stato detto credo che tutti noi dovremmo capire che si tratta di normali dinamiche di campo come ne accadono tante. A volte in campo si eccede anche verbalmente, ma tutto termina con il fischio finale e con un abbraccio. Questa è la grande e fondamentale distinzione in questo caso e ogni volta che ci sono situazioni così delicate: senza certezze è sbagliato e controproducente strumentalizzare e continuare a parlarne”, conclude Giulini.

Condividi