Piracy Shield, il colmo del ‘pezzotto’: la piattaforma anti-pirateria è stata piratata

Piracy Shield, la piattaforma AgCom che dovrebbe contrastare il 'pezzotto', è stata piratata: online il codice sorgente

CalcioWeb

Incredibile ma vero: la piattaforma anti-pirateria dell’AgCom, il famoso Piracy Shield creato dallo Stato per bloccare gli indirizzi IP e oscurare i siti di streaming illegali, è stata piratata. Il codice sorgente della piattaforma è stato rubato e messo online su GitHub. Secondo quanto riportato da “Calcio e Finanza”, nei leak pubblicati si possono trovare: “dall’interfaccia utente ai modelli di dati, dalla gestione dello storage e filesystem, fino all’API e alla documentazione interna. Non è chiaro chi ci sia dietro al furto di dati, ma contro la piattaforma erano state mosse accuse pesanti, con Piracy Shield definita come ‘uno strumento di censura nascosto come una soluzione alla pirateria’“.

La piattaforma, infatti, era stata accusata di bloccare anche IP legittimi, fra i quali 15 indirizzi IP di Akamai, il Content Delivery Network più grande del mondo. Il suo coinvolgimento è stato scoperto attraverso Piracy Shield Search, strumento con cui è possibile inserire un indirizzo IP o un dominio FQDN (Fully Qualified Domain Name) per verificarne la presenza nella block list della piattaforma.

Condividi